Libia, Saviano: "Spari a peschereccio? Come se volessero alzare posta" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
24
Sab, Lug

Libia, Saviano: "Spari a peschereccio? Come se volessero alzare posta"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"I tre pescherecci italiani stavano pescando gamberi rossi quando sono arrivate le mitragliate. L’area in cui stavano pescando è parte della zona di protezione pesca istituita da Gheddafi; per la pesca lì sono previste sanzioni, ma non sono giustificate o legittimate aggressioni. Gheddafi interdisse (senza alcun accordo internazionale) quella zona. Le sanzioni e il sequestro sono probabilmente una leva per chiedere una tangente. La cosa inusuale è l’uso di mitragliatrici contro i pescherecci italiani... quasi i libici volessero alzare la posta". Lo ha scritto Roberto Saviano sul suo profilo Twitter. 

alternate text

 

"Del resto - aggiunge Saviano - la Libia è solita autoproclamare zone di propria competenza, come ha fatto per bloccare le partenze di migranti dalle sue coste. Minniti e Salvini hanno armato e finanziato chi non si fa scrupoli a torturare migranti e aggredite pescatori italiani. Non c'è nulla di più pericoloso di chi afferma di voler difendere gli italiani quando in realtà mira solo ed esclusivamente al proprio tornaconto personale". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002