Israele, Hamas: "Stop raid o ad Ashkelon sarà l'inferno" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
17
Gio, Giu

Israele, Hamas: "Stop raid o ad Ashkelon sarà l'inferno"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Tensione alle stelle in Medio Oriente dopo la pioggia di razzi nella notte e con un nuovo ultimatum di Hamas a Israele. "Abbiamo lanciato razzi contro Ashkelon dopo un attacco israeliano che ha colpito una casa a ovest di Gaza City.

Se Israele continuerà ad attaccare, trasformeremo Ashkelon in un inferno", ha affermato il portavoce dell'ala militare di Hamas, Abu Ubaidah, secondo quanto riporta Haaretz. Sono 31, compresi cinque bambini, le persone rimaste ferite nella città israeliana, riportano i media locali. Almeno una persona sarebbe gravemente ferita. Fra i feriti ci sono due genitori e i loro due figli. Fra i 31, si contano 17 persone con ferite lievi e sette che hanno ricevuto assistenza per stati di ansia. 

Sono intanto scattate le sirene di allarme nella città israeliana, come riporta il Times of Israel dalla Striscia di Gaza continua il lancio di razzi in direzione dell'area e le sirene suonano anche a Nahal Oz, Zikim, Netiv HaAsara e Karmia. "Suonano le sirene nel sud di Israele", si legge intanto in un tweet delle forze israeliane (Idf). 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002