"Israele e Hamas vicini a cessate il fuoco entro due giorni" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
24
Ven, Set

"Israele e Hamas vicini a cessate il fuoco entro due giorni"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Israele e Hamas sarebbero "vicini" a un accordo per un cessate il fuoco. Lo riferisce al 'Times of Israel' una fonte diplomatica al corrente delle iniziative per concordare una tregua. Secondo la fonte, l'accordo dovrebbe essere raggiunto "entro due giorni al massimo".  

alternate text

 

Israele avrebbe intanto deciso di aprire domani il valico di Kerem Shalom con Gaza, in modo parziale, permettendo l'ingresso di carburante per alimentare l'unica centrale elettrica nella Striscia di Gaza, spiega 'Sky News Arabia'.  

"Scambio di opinioni con l'alto rappresentante dell'Ue Josep Borrell su come il partenariato Usa-Ue può aiutare a porre fine all'attuale violenza tra israeliani e palestinesi. Tutti devono poter godere di uguali misure di libertà, sicurezza, prosperità e democrazia". Così intanto su Twitter il segretario di Stato Usa, Antony Blinken. 

"Il Segretario di Stato Antony J. Blinken ha parlato oggi con il ministro degli Esteri israeliano Gabi Ashkenazi. Il segretario ha discusso gli sforzi degli Stati Uniti per porre fine alla violenza, che ha causato la morte di civili israeliani e palestinesi, compresi bambini", riferisce quindi il portavoce Ned Price, sottolineando che nel colloquio il Segretario ha anche espresso "profonda preoccupazione".  

Bliken e Ashkenazi, aggiunge Price, "hanno discusso il percorso da seguire e il Segretario ha assicurato che gli Stati Uniti rimarranno impegnati con Israele, l'Autorità palestinese e altre parti interessate della regione" per "allentare le tensioni e porre fine alle ostilità". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002