Maradona, avvocato infermiera: "Lo hanno ucciso i medici" - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
05
Dom, Dic

Maradona, avvocato infermiera: "Lo hanno ucciso i medici"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Sono stati ''i medici'' che ''hanno ucciso'' Diego Armando Maradona, ''per negligenza''. Lo sostiene Rodolfo Baque, l'avvocato di Dahiana Gisela Madrid, una delle infermiere del calciatore argentino indagata per omicidio colposo interrogata nelle scorse ore dai pubblici ministeri.

alternate text

 

Maradona è morto per un attacco cardiaco lo scorso novembre all'età di 60 anni, alcune settimane dopo aver subito un intervento chirurgico al cervello per un coagulo di sangue. 

''C'erano diversi elementi che facevano pensare che Maradona sarebbe morto da un momento all'altro. E i medici non hanno fatto nulla per impedirlo'', ha dichiarato Baque durante un incontro con i giornalisti. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002