Francia, morta italiana investita da monopattino: appello a testimoni - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
24
Sab, Lug

Francia, morta italiana investita da monopattino: appello a testimoni

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

E' morta dopo tre giorni la 31enne italiana investita a Parigi da un monopattino sul quale si trovavano due ragazze. Lo ha riferito le Parisien, mentre l'emittente Rtl ha riferito che la Procura della capitale, dopo aver aperto un'inchiesta per "omicidio volontario aggravato dalla fuga", ha fatto un appello ai testimoni per contribuire alle ricerche delle due ragazze.  

Miriam, originaria di Capalbio, stava tornando a casa dal ristorante italiano nel quale lavorava a rue Grégoire de Tours, quando era stata investita il 14 giugno scorso dalle due ragazze in monopattino, che non si erano fermate per soccorrerla dopo che Miriam aveva sbattuto la testa al marciapiede.  

La 31enne è morta nella notte tra mercoledì' e giovedì scorsi: soccorsa in strada, dove era in arresto cardiocircolatorio, era stata sottoposta per 30 minuti a massaggio cardiaco. Quando il cuore aveva ripreso a battere, ma in stato di incoscienza, era stata trasferita all'ospedale de la Pitié-Salpêtrière, dove i medici che l'avevano presa in cura si erano detti "molti pessimisti", ha raccontato una fonte al quotidiano 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002