Ungheria, 16 leader Ue contro discriminazioni Lgbt - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
27
Mer, Ott

Ungheria, 16 leader Ue contro discriminazioni Lgbt

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Diritti Lgbt, dopo il caso Ungheria sedici capi di Stato e di governo dell'Ue - inclusi Angela Merkel, Emmanuel Macron, Mario Draghi e Pedro Sanchez - hanno inviato una lettera ai vertici delle istituzioni Ue, in cui ribadiscono il loro impegno per la difesa dei valori fondamentali dell'Unione.  

"Dobbiamo continuare a combattere contro le discriminazioni nei confronti della comunità Lgbt, riaffermando la difesa dei loro diritti fondamentali", scrivono i leader nella lettera, pubblicata via social dal premier lussemburghese Xavier Bettel. Non viene menzionata esplicitamente l'Ungheria e la sua recente legge che vieta ai minori l'accesso a film e libri che ritraggano qualsiasi tendenza sessuale diversa dall'eterosessualità, ma il riferimento è piuttosto chiaro. L'ultima mossa del premier magiaro preoccupa molti Paesi Ue, perché tocca i diritti fondamentali delle persone. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002