Covid Francia, "rischio nuova ondata a fine luglio" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
27
Mar, Lug

Covid Francia, "rischio nuova ondata a fine luglio"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Tornano a crescere i contagi Covid in Francia a causa della variante Delta. "L'esempio inglese dimostra che una nuova ondata è possibile già alla fine del mese di luglio" twitta il ministro della Sanità francese, Olivier Véran. "Possiamo limitarla e limitare l'impatto sanitario con i gesti precauzionali, i vaccini".

"I vaccini - sottolinea - fanno calare i rischi gravi anche per quanto riguarda la variante delta. Vaccinati ci si ammala di meno e si trasmette di meno e si vive meno nello stress. E' una sfida collettiva quella di poter raggiungere l'immunità di gregge. Dobbiamo riuscire insieme", sottolinea ancora. 

Questa settimana, rileva Véran, "4,1 milioni di persone sono state vaccinate di cui 1,2 milioni con una prima dose. E' un record. Ma dobbiamo andare ancora più velocemente. E' una corsa contro il tempo quella che il nostro Paese affronta". 

Nelle ultime 24 ore in Francia sono stati registrati 2.549 nuovi casi positivi al Covid-19 portando il numero totale dall'inizio della pandemia a 5.786.203 casi. Da ieri si sono registrati 9 morti in più, portando il totale dei decessi dall'inizio della pandemia a 111.190. Il tasso di positività negli ultimi 7 giorni si attesta allo 0,8%.  

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002