Euro 2020, razzismo contro giocatori diventa caso politico - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Ven, Lug

Euro 2020, razzismo contro giocatori diventa caso politico

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Diventano un caso politico in Gran Bretagna i commenti razzisti contro i giocatori dell'Inghilterra pubblicati dai tifosi sui social dopo la sconfitta con l'Italia ieri sera a Wembley. Il leader del Labour, Keir Starmer ha denunciato che la questione "investe la leadership". 

alternate text

 

"Temo proprio che il Premier non abbia superato la prova di leadership perché qualsiasi cosa dica oggi sul razzismo, aveva avuto una scelta semplice, all'inizio di questo campionato, dopo i fischi a coloro che si inginocchiavano. Il Primo ministro non è riuscito allora a denunciarlo. Le azioni, e mancate azioni, dei leader hanno conseguenze, quindi devo dire che le parole del Primo ministro oggi suonano false", ha accusato Starmer. 

Gli insulti sono "assolutamente spaventosi e devono essere denunciati e condannati nei termini più decisi", ha quindi sottolineato. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002