Incendi in Algeria, le vittime sono almeno 42 - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
22
Mer, Set

Incendi in Algeria, le vittime sono almeno 42

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Sono almeno 42 le persone che hanno perso la vita in Algeria a causa degli incendi che stanno interessando la regione montuosa della Cabilia, a est della capitale Algeri. Ad aggiornare il bilancio è il primo ministro Ayman Benabderrahmane, spiegando che tra le vittime si contano anche 25 vigili del fuoco. Ieri il ministro degli Interni

Kamel Beldjoud aveva puntato il dito contro i piromani, affermando che ''50 incendi che divampano contemporaneamente possono avere solo origine dolosa''. 

Su Twitter il presidente algerino Abdelmadjid Tebboune ha espresso le sue condoglianze per i 25 soldati che hanno perso la vita mentre erano impegnati a prestare soccorso nelle aree di Bejaiea e Tizi Ouzou, l'epicentro degli incendi. Il ministero della Difesa ha affermato che i soldati hanno "salvato dalle fiamme 110 persone - uomini, donne e bambini". Più di 70 gli incendi che sono scoppiati in 14 regioni del nord dell'Algeria, di cui 10 in particolare intorno a Tizi Ouzou, una delle città più popolose della Cabilia. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002