Afghanistan, medico afghano arrivato a Roma: "Kabul distrutta" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
29
Mer, Set

Afghanistan, medico afghano arrivato a Roma: "Kabul distrutta"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Abbiamo lasciato Kabul distrutta, dopo 20 anni abbiamo fallito totalmente". Lo dice ai giornalisti, appena atterrato a Fiumicino con il volo dell'Aeronautica Militare, un medico afghano che lavora per l'agenzia italiana della cooperazione e lo sviluppo. "Abbiamo lasciato gente in Afghanistan senza sapere cosa gli accadrà - continua - i

nostri colleghi stanno morendo lì, i talebani stanno girando casa per casa, cercano i miei colleghi". 

"Il futuro dell'Afghanistan va chiesto a chi per 20 anni è stato lì - aggiunge il medico - chi ha collaborato con noi sta per morire, ci sentiamo traditi. Noi siamo sicuri ma abbiamo lasciato migliaia persone e famiglie che rischiano la vita, senza medicine, senza cure. Un disastro totale". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002