Afghanistan, stop recupero collaboratori: 400 in attesa imbarco per Italia - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Mar, Set

Afghanistan, stop recupero collaboratori: 400 in attesa imbarco per Italia

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Sono state interrotte le attività di recupero dei collaboratori afghani e chiusi i 3 gate dell'aeroporto internazionale Hamid Karzai di Kabul, segnalati quali possibili target di attentati terroristici. E' quanto apprende l'Adnkronos da fonti di intelligence, secondo cui attualmente sono ancora circa 400 i cittadini afghani presenti

nell'area interna a responsabilità italiana in attesa di imbarco.  

Dalle tre del mattino (le nove in Italia) di ieri alle tre del mattino di oggi, sono stati evacuati dall'Afghanistan 13.400 persone, rendono noto fonti della Casa Bianca. Un totale di 17 aerei militari americani (14 C-17 e tre C-130) hanno portato via circa 5.100 persone e 74 aerei della coalizione hanno evacuato altre 8.300 persone, si precisa. Dal 14 agosto, gli americani hanno evacuato, e facilitato l'evacuazione, di circa 95.700 persone. Dalla fine di luglio, di 101.300. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002