Afghanistan, ritiro Usa completo. Talebani: "Paese ora libero" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
18
Sab, Set

Afghanistan, ritiro Usa completo. Talebani: "Paese ora libero"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Gli Stati Uniti completano il ritiro e dopo 20 anni lasciano l'Afghanistan. Alle 21.29 italiane del 30 agosto 2021, l'ultimo aereo Usa è decollato dall'aeroporto di Kabul. "Sono qui per annunciare la conclusione del nostro ritiro dall'Afghanistan e la fine della missione per evacuare cittadini statunitensi, cittadini di altri paesi e

afghani a rischio. L'ultimo C -17 è decollato dall'aeroporto internazionale Hamid Karzai alle 15.29 del 30 agosto, orario della costa orientale degli Stati Uniti", ha annunciato in una conferenza stampa al Pentagono il generale Kenneth 'Frank' McKenzie, numero 1 dell'US Central Command. 

Come riferisce la Cnn, sugli ultimi 5 voli non sono saliti cittadini americani. McKenzie ha riconosciuto che le forze armate americane "non hanno portato fuori" dal paese "tutti quelli che avremmo voluto". In 18 giorni, gli Stati Uniti hanno evacuato 79.000 civili dall'aeroporto di Kabul, compresi 6.000 americani e 73.000 cittadini di altre nazionalità, compresi ovviamente civili afghani. 

Circa 250 cittadini americani non sono riusciti a lasciare l'Afghanistan con l'ultima operazione di evacuazione, come ha confermato un alto funzionario del Dipartimento di Stato, spiegando che gli Usa ritengono "ci sia ancora un piccolo numero di americani che rimane e stiamo cercando di determinare esattamente quanti". "Stiamo chiamando e inviando messaggi di testo e WhatsApp ed e-mail alle nostre liste, nel tentativo di avere una cifra più concreta su quanti americani potrebbero essere rimasti", ha detto il funzionario, a quanto riporta la Cnn. 

"L'attività" di evacuazione "è terminata probabilmente 12 ore prima della nostra uscita di scena -le parole di McKenzie-. Saremmo stati pronti a portare" i cittadini americani "fuori fino all'ultimo minuto, ma nessuno di loro ha raggiunto l'aeroporto". "Ma -ha aggiunto il generale- credo che, se fossimo rimasti altri 10 giorni, non saremmo riusciti a portare tutti via e qualcuno sarebbe comunque rimasto deluso. E' una situazione complicata. Voglio sottolineare che non sarà negata l'opportunità di partire agli americani e agli afghani che vogliono partire". In totale, gli Usa e gli altri paesi della coalizione hanno evacuato 123.000 civili. 

Su Twitter, contemporaneamente, sono arrivate le parole di Zabihullah Mujahid, portavoce dei talebani. "Le ultime truppe americane hanno lasciato stasera l'aeroporto di Kabul. Il nostro Paese è diventato completamente libero e indipendente. L'ultimo soldato americano ha lasciato l'aeroporto di Kabul questa sera alle 21, ora afghana, e il nostro Paese ha ottenuto la piena indipendenza", ha scritto, spiegando poi che "i rumori degli spari a Kabul sono colpi di gioia per il ritiro delle truppe Usa, i cittadini non sono preoccupati". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002