Afghanistan, ucciso portavoce resistenza Panshir - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Mar, Set

Afghanistan, ucciso portavoce resistenza Panshir

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Fahim Dashti, portavoce del Fronte della resistenza nazionale, è rimasto ucciso nella notte nella Valle del Panshir, in Afghanistan, a causa dell'avanzata dei Talebani. A darne notizia è lo stesso leader della resistenza afghana Ahmad Massoud che su Twitter ha scritto che ''Fahim Dashti era un amico e un fratello. Ha difeso la

libertà di parola e i suoi ideali ed è morto come un eroe per la sua patria!''. Sull'account di Twitter riconducibile alla resistenza è stata postata una sua foto in bianco e nero. Tra le vittime dei Talebani ci sarebbe anche il generale Abdul Wudod Zara. 

"Con rammarico, la Resistenza nazionale dell'Afghanistan ha perso oggi due compagni nella resistenza contro l'oppressione e l'aggressione. Fahim Dashti, portavoce della Nrf, e il generale Abdul Wudod Zara sono stati martirizzati. Possa la loro memoria essere eterna", si legge su Samaa News che cita il Fronte di resistenza. 

''I Talebani non sono abbastanza forti per competere con noi, ma l'esercito pakistano e l'Isi stanno collaborando con noi'', ha scritto ancora Massoud su Twitter facendo riferimento ai servizi segreti di Islamabad. Ricordando Fahim Dashti, il portavoce della resistenza ucciso nelle scorse ore dai Talebani, ha detto ''mi manchi mio eroe''. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002