United Airlines, scatta licenziamento per dipendenti no vax - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
24
Dom, Ott

United Airlines, scatta licenziamento per dipendenti no vax

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Circa 593 dipendenti statunitensi della United Airlines (UA) che hanno rifiutato il vaccino anti Covid-19 perderanno il lavoro. Tuttavia, più del 99 per cento dei dipendenti statunitensi di UA è già vaccinato. Meno del 3 per cento dei 67.000 dipendenti statunitensi di UA ha richiesto esenzioni religiose o mediche. UA ha

detto che i dipendenti a cui è concessa l'esenzione saranno messi in congedo temporaneo dal 2 ottobre, mentre quelli le cui richieste sono state negate avrebbero avuto cinque settimane per ottenere il vaccino o saranno licenziati. 

UA metterà le persone a cui ha concesso le esenzioni religiose in congedo non retribuito, e quelli concessi esenzioni mediche in congedo medico con qualche forma di compensazione. UA è l'unico vettore principale degli Stati Uniti ad imporre il vaccino. Delta Airlines prevede di iniziare a far pagare i dipendenti non vaccinati sul piano sanitario della società un supplemento di 200 dollari ogni mese, a partire dal 1 novembre. American Airlines e Southwest Airlines hanno entrambi incoraggiato i vaccini. Il mandato ha diretto l'Occupational Safety and Health Administration a sviluppare una regola che richieda alle aziende con almeno 100 dipendenti di adottare la vaccinazione o programmi di test settimanali, con sanzioni fino a 14.000 dollari per la violazione.  

 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002