Guerra Ucraina-Russia, ultime notizie tempo reale: news oggi 3 marzo
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
10
Mer, Ago

Guerra Ucraina-Russia, ultime notizie tempo reale: news oggi 3 marzo

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Ottavo giorno di guerra tra Russia e Ucraina, le news in tempo reale. Al via da oggi il secondo round dei negoziati tra le delegazioni di Mosca e Kiev. Ultime notizie sui combattimenti che non si fermano: esplosioni nella notte nella capitale ucraina, mentre Kherson è caduta nelle mani dei russi. 

ORE 12.03 -

"Come sapete, la nostra delegazione è già sul posto dalla notte scorsa. Ha aspettato i negoziatori ucraini nella notte, li ha aspettati questa mattina e, per essere onesti, sta ancora aspettando". E' quanto ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, confermando che "i negoziati non sono iniziati, i negoziatori ucraini chiaramente non sono in fretta - ha aggiunto - speriamo che arrivino oggi". 

ORE 11.49 - Grazie all'ambasciatore Pier Francesco Zazo, grazie Italia "ci avete salvato la vita". Intervistata dal Tg1 a Chisinau, in Moldavia, una coppia di fidanzati ha ringraziato con calore l'ambasciata italiana che li ha aiutati a fuggire dall'Ucraina in guerra in modo che possano tornare alla loro casa a Milano. 

ORE 11.40 - La Borsa di Mosca rimarrà chiusa oggi per la quarta sessione consecutiva, nel più lungo periodo di chiusura per motivi eccezionali dalla crisi del 1998. "La Banca di Russia ha deciso di non riprendere le sessioni di trading il 3 marzo 2022 alla Borsa di Mosca", ha annunciato l'istituzione, che fisserà domani, prima delle 9 del mattino ora di Mosca, il calendario di trading per il venerdì.  

ORE 11.39 - Il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, si recherà oggi in Moldavia insieme al Commissario europeo agli aiuti umanitari, Janez Lenarčič. La visita del ministro, sottolinea il ministero degli Esteri francese, "coincide con la fornitura alle autorità moldave di un primo dono di circa 40 tonnellate di materiale umanitaria di emergenza". Inoltre la Francia "rafforzerà fortemente la sua azione per contribuire allo sviluppo economico di questo paese e alla sua sicurezza energetica".  

ORE 11.38 - "I social network americani - Instagram, Facebook, Twitter, Youtube - controllati da Washington, hanno lanciato una guerra dell'informazione contro la Russia. Violano le proprie regole, le norme del diritto internazionale, limitano la libertà di parola, diffondono false informazioni". Così Vyacheslav Volodin, il presidente della Duma, presenta su Telegram le leggi restrittive che domani verranno presentate per punire con multe fino a 5 mlioni di rubli e "nei casi con più gravi conseguenze" fino 15 anni di carcere chi diffonde notizie non ufficiali sulla guerra in Ucraina. 

ORE 11.28 - Ammonterebbero a circa 9.000, secondo i militari ucraini, le perdite da parte russa dal 24 febbraio quando Vladimir Putin ha ordinato l'offensiva militare contro Kiev. Un nuovo bilancio viene riportato da Ukrinform dopo che già nelle scorse ore in un video il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, parlava di circa 9.000 soldati russi uccisi. Gli ucraini riferiscono anche della distruzione di 217 tank e 90 sistemi di artiglieria, lanciarazzi multipli oltre a velivoli, blindati, due unità navali e tre droni. Ieri il ministero della Difesa russo ha fornito per la prima volta un bilancio ufficiale delle perdite con la conferma di 498 soldati russi caduti. 

ORE 11.10 - "Vladimir Putin sta avendo un'altra conversazione telefonica con Emmanuel Macron proprio in questo momento". Lo ha detto il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, durante una conferenza stampa.  

ORE 11.08 - ''La Russia risarcirà l'Ucraina per tutti i danni provocati durante la brutale guerra voluta da Mosca''. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un nuovo messaggio diffuso oggi. Rivolgendosi direttamente alla Russia, ha detto che Mosca deve imparare la parola "riparazione". E ha promesso: "ripristineremo ogni casa, ogni strada, ogni città". 

ORE 11.07 - "La Russia è pronta a discutere le garanzie di sicurezza per l'Ucraina e tutta l'Europa". Lo ha detto il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, in una conferenza stampa con i giornalisti internazionali.  

ORE 11.03 - I negoziati tra la Russia e l'Ucraina riprenderanno alle 15 ora locale, le 13 in Italia nella regione di Brest. Lo ha detto il capo della delegazione russa, Vladimir Medinsky, consigliere di Vladimir Putin, precisando che si sta aspettando l'arrivo della delegazione ucraina. 

ORE 10.59 - Le linee di difesa dell'Ucraina stanno reggendo, ma i bombardamenti russi sulle città non danno tregua dalla mezzanotte. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un nuovo video, affermando che il cambiamento nella tattica russa, ovvero la decisione di prendere di mira le aree civili, dimostra che l'Ucraina è riuscita a resistere al piano di Mosca che puntava a una rapida vittoria con un assalto di terra. ''Non abbiamo altro da perdere, se non la nostra libertà'', ha aggiunto mentre a Mosca il ministero degli Esteri russo Sergei Lavrov tiene una conferenza stampa. ''La Russia ci risarcirà, ricostruiremo ogni strada e ogni casa'', ha sottolineato 

ORE 10.52 - E' stato colpito durante un attacco aereo un deposito petrolifero a Chernihiv, nel nord dell'Ucraina. Lo ha riferito il Servizio statale per le emergenze dell'Ucraina, secondo quanto riporta la Cnn. Immagini, riferisce la rete, mostrano dense colonne di fumo nero con i vigili del fuoco sul posto. 

ORE 10.45 - "Credo che sia fondamentale continuare a tenere i rapporti con il presidente Vladimir Putin e obbligarlo ad arrivare ad un cessate il fuoco e alla pace. Questo non può che arrivare attraverso il dialogo con le autorità russe, non credo possa arrivare in altro modo". Lo dice il segretario del Pd Enrico Letta, a Bruxelles dopo aver incontrato la presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola. 

ORE 10.39 - La Francia raccomanda ai suoi connazionali la cui presenza in Russia "non è essenziale" di lasciare il Paese. "E' fortemente raccomandato ai cittadini francesi, la cui presenza e quella dei familiari non è essenziale in Russia", di organizzarsi per "lasciare il Paese con i collegamenti ancora esistenti", si legge in un avviso odierno sul sito web dell'ambasciata francese a Mosca. 

"Nel contesto creato dall'invasione dell'Ucraina da parte della Russia e l'applicazione delle sanzioni internazionali - si legge ancora - è necessaria un'attenzione rafforzata". Sul sito dell'ambasciata viene fornito un elenco "non esaustivo dei collegamenti indiretti che consentono di raggiungere la Francia" dopo la "chiusura dello spazio aereo tra la Russia e i Paesi membri dell'Ue". 

ORE 10.34 - ''Non c'è dubbio, ho fiducia che verrà trovata una soluzione alla crisi in Ucraina''. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov affermando che ''le richieste di Mosca nei negoziati sono minime''. 

ORE 10.33 - "L'Italia non è in guerra, l'Europa non è in guerra. Noi sosteniamo la libertà degli ucraini: domenica sarò accanto alla comunità ucraina che manifesterà, protesterà e sfilerà". Lo dice il segretario del Pd Enrico Letta, a Bruxelles dopo aver incontrato la presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola. 

ORE 10.32 - ''Non vogliamo una guerra nucleare'', ma ''se dispiegheranno armi nucleari contro di noi affronteremo la situazione''. Lo ha detto in conferenza stampa il ministro degli Esteri Sergei Lavrov dicendo che ''stanno parlando di Terza guerra mondiale. E una Terza guerra mondiale può essere solo una devastante guerra nucleare''. 

ORE 10.31 - Il rublo continua la sua discesa. Oggi ha perso l'8% contro il dollaro rispetto a ieri, toccando il minimo a 117 contro il dollaro. Poco dopo è risalito attorno a 115. 

ORE 10.30 - La ''guerra è necessaria''. Questo il messaggio che il ministero dell'Istruzione di Mosca sosterrà in una video lezione per tutti gli studenti delle scuole russe ai quali spiegherà ''perché la missione di liberazione dell'Ucraina è necessaria''. Una lezione prevista per le 12 di oggi, ora di Mosca, come annunciato sull'account di Facebook del ministero dell'Istruzione russo. 

ORE 10.28 - ''Gli Stati Uniti vogliono controllare l'Europa come vollero fare Hitler e Napoleone''. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov nel corso di una conferenza stampa. 

ORE 10.26 - L'Italia non ha "assolutamente" alcuna riserva sull'attivazione della direttiva Ue sulla protezione temporanea, che darebbe ai rifugiati ucraini il diritto di lavorare e studiare nell'Ue. "L'Italia ha sempre detto che serve un'Europa solidale: è questa l'occasione per dimostrarlo". Lo sottolinea la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese, arrivando a Bruxelles per il Consiglio Affari Interni. 

ORE 10.20 - Momenti di tensione per l'inviata della Rai Stefania Battistini : poco fa la giornalista stava per ricollegarsi con 'Uno Mattina' dal balcone della stanza d'albergo a Dnipro, nel centro dell'Ucraina, quando militari ucraini sono entrati in stanza con i mitra spianati. Un soldato l'ha raggiunta in balcone e le ha intimato di rientrare nella stanza. Secondo quanto riferito i militari ucraini le hanno detto di interrompere il collegamento e la giornalista con le mani alzate è entrata in stanza. Ha fornito le sue generalità e ora sta bene. Si tratta probabilmente di un'operazione finalizzata a individuare infiltrati russi. "Stefania e il suo operatore sono liberi e stanno bene" ha detto in diretta la conduttrice di UnoMattina.  

ORE 10.15 - I bombardamenti e gli attacchi russi nella regione di Kharkiv, in Ucraina, hanno ucciso 34 civili nelle ultime 24 ore. Lo affermano i servizi di emergenza ucraini, secondo quanto riporta il Guardian.  

ORE 10 - La difesa antiaerea ucraina ha riferito di aver abbattuto un caccia russo Sukhoi Su-30 che stava sorvolando su Irpin, città satellite di Kiev. Lo rende noto il Kiev Independent. 

ORE 9.55 - Verrà chiusa la radio russa Ekho Moskvy, 'Eco di Mosca'. Lo ha annunciato il suo direttore, Alexei Venediktov. Due giorni fa erano state oscurate le trasmissioni dell'emittente, come di Dozhd Tv, con l'agenzia per il controllo delle comunicazioni, Roskomnadzor, che ordinava di "limitare l'accesso" alle trasmissioni dei due media accusati di diffondere "informazioni false in modo deliberato" sull'invasione dell'Ucraina da parte della Russia. Il Dipartimento di Stato Usa ha accusato il Cremlino, nel mezzo della "guerra non provocata all'Ucraina", di aver lanciato un "assalto totale alla libertà dei media e alla verità". 

ORE 9.50 - "Andrò al confine polacco con l'Ucraina". A quanto apprende l'AdnKronos è quanto avrebbe annunciato Matteo Salvini ai suoi parlamentari, nel corso della riunione di questa mattina al teatro Umberto, nel cuore di Roma. Ieri il leader della Lega, nel corso di una conferenza stampa alla Camera, aveva fatto sapere che era allo studio l'ipotesi di una trasferta nella zona di guerra, per "frapporsi tra le bombe e il popolo, tra il popolo e i missili", auspicando un marcia della pace, "magari lanciata dal Santo Padre".  

ORE 9.47 - Sono bombardamenti ''senza sosta'' quelli che stanno colpendo la città portuale di Mariupol, nel sud-est dell'Ucraina, negli ultimi giorni. Lo denuncia il sindaco di Mariupol, Vadym Boichenko, dicendo che i bombardamenti sono talmente "implacabili" che i soccorritori non riescono a recuperare i feriti per poterli curare. "Non possiamo nemmeno prendere i feriti dalle strade, dagli appartamenti, poiché i bombardamenti non si fermano", ha detto. 

ORE 9.34 - I russi non entreranno a Konotop, nel nord est dell'Ucraina, e resteranno ai confini della città assediandola per ''evitare che diventi una nuova Kharkiv''. E' quanto prevede un ''accordo raggiunto dal responsabile militare della regione di Sumy con i russi'', come spiega ad Adnkronos il pensionato emiliano Loris che da tre anni vive a Konotop. ''Il responsabile militare della regione ha sconfessato le parole di guerra pronunciate dal sindaco di Konotop e ha fatto lui un accordo con i russi in cui si stabilisce che la città rimarrà sotto il controllo dei russi senza che il loro ingressi con i mezzi militari'', spiega. 

ORE 9.20 - "Siamo anche autorità di bilancio: quando ci sono decisioni di assistenza finanziaria all’Ucraina il Parlamento Ue vota. La scorsa settimana una larghissima maggioranza ha votato a favore dell’assistenza macro-finanziaria per Kiev. Siamo pronti a non ritardare alcuna decisione". Lo ha detto la presidente del Parlamento Ue, Roberta Metsola, rispondendo alle domande di un ristretto gruppo di media europei tra cui il Corriere della Sera. "C'è abbastanza flessibilità nel bilancio Ue - afferma - Ma avremo anche bisogno di vedere se è necessario un budget più alto, allora dovremo negoziarlo". E, continua, "stiamo esplorando le opportunità per sostenere il continuo funzionamento della Verkhovna Rada, il Parlamento ucraino. 

ORE 9.18 - "Se venisse attivata oggi" la direttiva sulla protezione temporanea "sarei sorpresa positivamente. Mi aspetto che venga attivata nei prossimi giorni, forse tra una settimana". Lo spiega la commissaria europea agli Affari Interni Ylva Johansson, a margine del Consiglio Affari Interni a Bruxelles. "Abbiamo avuto il Consiglio domenica scorsa - continua - abbiamo iniziato a preparare la proposta e l'abbiamo trasmessa ieri. Non abbiamo avuto il tempo di fare le necessarie consultazioni con gli Stati membri, quindi ci vorrà ancora qualche giorno per finalizzarla". L'attivazione della direttiva sulla protezione temporanea darebbe ai rifugiati ucraini il diritto di lavorare e di studiare nell'Ue. 

ORE 9.17 - Il governo britannico ha annunciato nuove sanzioni nei confronti della Russia per la decisione del presidente russo Vladimir Putin di aggredire militarmente l'Ucraina. A essere colpite questa volta sono le assicurazioni. Di fatto, quindi, le società russe del settore aeronautico e spaziale non avranno più accesso ai servizi assicurativi con sede nel Regno Unito, né direttamente né indirettamente. Questa misura "limiterà i benefici che le entità russe ricevono dal loro accesso al mercato assicurativo globale". 

ORE 9.10 - ''Siamo consapevoli che le sanzioni potranno avere un impatto sull'economia italiana, per quanto riguarda il gas sappiamo che i prezzi dell'energia si erano impennati già nella seconda metà dello scorso anno, ben prima delle sanzioni ma la libertà e i principi che stiamo difendendo valgono più di un punto di pil. E' importante che gli italiani sappiano che il governo è allertato e vigile e pronto a sostenere l'economia e le famiglie. Al momento non ci saranno problemi immediati sulle forniture del gas, abbiamo stoccaggi di gas sufficienti a reggere l'eventuale urto di un'eventuale interruzione delle forniture''. Lo ha detto la ministra per gli Affari regionali e la Autonomie, Mariastella Gelmini, intervenendo a 'Radio Capital'. 

ORE 9.08 - Gli atleti di Russia e Bielorussia non potranno competere in occasione dei Giochi Paralimpici di Pechino che prendono il via domani. Lo ha stabilito il Comitato Paralimpico Internazionale, ribaltando il via libera arrivato solo ieri quando era stato annunciato che gli atleti dei due Paesi avrebbero potuto prendere parte sotto un'insegna "neutrale". 

ORE 9.05 - Il ministero dell'Economia tedesco ha autorizzato la fornitura di 2.700 missili antiaerei all'Ucraina. Lo riferisce l'agenzia Dpa che cita fonti del ministero. 

ORE 8.45 - Sono già un milione i profughi della guerra tra Russia e Ucraina, secondo l'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati. "In soli sette giorni abbiamo assistito all'esodo di un milione di profughi dall'Ucraina verso i paesi vicini", ha scritto oggi su Twitter l'Alto commissario Onu per i rifugiati Filippo Grandi. "Per molti altri milioni di persone, all'interno dell'Ucraina, è tempo che le armi tacciano, in modo che possa essere fornita assistenza umanitaria salvavita". È l'esodo di rifugiati più rapido di questo secolo, hanno aggiunto le Nazioni Unite.  

ORE 8.37 - Almeno tre scuole e la Cattedrale dell'Assunzione sono state colpite dagli attacchi russi a Kharkiv, seconda città dell'Ucraina. Secondo la Cnn, martedì almeno tre scuole sono stati colpite sulla base di foto e video pubblicati sui social media e verificati dalla rete. Una delle scuole si trova nel quartiere nord di Saltivka e le altre due a poco più di un chilometro di distanza nella zona industriale nella parte sudorientale della città. The Kyiv Independent ha riportato di almeno tre scuole colpite insieme alla Cattedrale dell'Assunzione.  

ORE 8.20 - "E' possibile che il peggio sia davanti a noi". Lo ha detto su France 2 il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, che teme un massacro nelle grandi città. "Possiamo temere una logica di assedio - ha detto - Continua il disastro e continua l'orrenda aggressione della Russia". 

8.08 - I militari ucraini fanno sapere che la città di Mariupol resta sotto il loro controllo, dopo che i russi hanno tentato di avanzare "senza successo". Lo riporta la Bbc. Secondo i militari ucraini, continua l'offensiva russa nelle aree vicino alla capitale Kiev, Vyshgorod, Fastiv e Obukhiv. 

ORE 7.41 - Sono più di 7.600 le persone arrestate in Russia durante le proteste contro la guerra in Ucraina. Lo denuncia il sito per i diritti civili Ovd-Info, secondo cui ieri sono state fermate almeno 780 persone in 34 città russe, che portano a 7.623 il totale da quando sono iniziate le proteste. A San Pietroburgo sono state fermate almeno 353 persone. A Mosca almeno 304. 

ORE 7.30 - Gli Stati Uniti accusano il Cremlino, con la Russia impegnata in una "guerra non provocata all'Ucraina", di aver lanciato un "assalto totale alla libertà dei media e alla verità" e denunciano - in una dichiarazione del portavoce del Dipartimento di Stato, Ned Price, in cui si fa riferimento ai casi della radio Eco di Mosca e Dozhd Tv - come si stiano "intensificando gli sforzi di Mosca per fuorviare e reprimere la verità della brutale invasione". Il Dipartimento di Stato Usa denuncia come il governo russo stia anche "soffocando le piattaforme Twitter, Facebook e Instagram su cui decine di milioni di cittadini della Russia fanno affidamento per informazioni e opinioni indipendenti e per collegarsi tra loro e con il mondo esterno". Secondo Price, il parlamento russo si riunirà domani per valutare una normativa che renderebbe un reato i resoconti 'non ufficiali' sull'invasione russa dell'Ucraina. 

ORE 7.15 - Il Dipartimento di Stato Usa chiede al presidente russo Vladimir "Putin e al suo governo" di "porre immediatamente fine a questo spargimento di sangue, ritirare le sue truppe dal territorio dell'Ucraina" e, afferma una dichiarazione del portavoce Ned Price, "rispettare i diritti umani e le libertà fondamentali dei propri cittadini".  

ORE 7.07 - "Qui non avrete pace, non avrete da mangiare, non avrete un momento di calma". Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un nuovo messaggio diffuso alle prime ore di oggi, otto giorni dopo l'inizio dell'offensiva militare russa mentre si attendono nuovi colloqui tra le parti. Ci sarà solo, ha incalzato, una "resistenza tanto agguerrita che ricorderanno per sempre che non rinunceremo a ciò che è nostro". Dall'inizio dell'invasione, ha rivendicato, l'Ucraina ha sventato i piani che il "nemico" preparava da anni. 

ORE 7 - Otto giorni di guerra. Potenti esplosioni sono state udite nella notte a Kiev e in altre città dell'Ucraina. Secondo la Bbc, almeno quattro forti esplosioni si sono registrate intorno alle 3.00 ora locale nella capitale, ma non è chiaro quali fossero gli obiettivi né se ci siano persone colpite. Così a Kiev nella notte sono tornate a suonare le sirene antiaeree con gli abitanti invitati a mettersi al riparo, come ha riportato l'agenzia Unian. I media locali hanno anche riferito di combattimenti alla periferia di Kiev. "Il nemico sta cercando di sfondare", ha scritto nelle scorse ore su Telegram il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko. 

ORE 6.50 - "Putin pensava che l'Occidente e la Nato non avrebbero risposto e pensava che ci avrebbe potuto dividere. Si sbagliava. Ho passato innumerevoli ore a unire i nostri alleati europei. Abbiamo contrastato le bugie della Russia con la verità. E ora, il mondo libero lo ritiene responsabile". Lo ha ribadito il presidente degli Stati Uniti Joe Biden in un tweet. 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002