Nord Stram, Razov: "Non siamo idioti, non l'abbiamo sabotato noi"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
04
Dom, Dic

Nord Stram, Razov: "Non siamo idioti, non l'abbiamo sabotato noi"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - ''Capisco che sotto la visione della propaganda russofoba si possano creare strane immagini, ma garantisco che non siamo idioti''. Lo ha dichiarato l'ambasciatore russo Sergey Razov nel corso della registrazione della puntata di 'Porta a Porta' che andrà in onda questa sera alle 23.30 su Rai1 parlando di ''speculazioni'' a

proposito di un presunto sabotaggio russo dei gasdotti di Nord Stream nel Mar Baltico.  

L'ipotesi di un sabotaggio è quella che emerge dai primi risultati dell'indagine che la Svezia sta conducendo sui danni subiti dai gasdotti.  

"Possiamo vedere che ci sono state esplosioni vicino al Nord Stream 1 e 2 nella zona economica esclusiva svedese, che hanno causato danni significativi ai gasdotti", recita un comunicato stampa diffuso dal procuratore speciale incaricato da Stoccolma di condurre le indagini. ''Le ispezioni hanno rafforzato i sospetti di un sabotaggio aggravato. Sul posto sono stati effettuati sequestri che saranno esaminati", ha aggiunto. 

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.