Il potere della musica
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Ven, Gen

Il potere della musica

Mauro Valli

Il senso della vita
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

… Lei è un privilegiato fra tutti perché lo stato attuale del mondo è per Lei una realtà. Ancora di più, forse, che per coloro che in questo momento uccidono e muoiono, feriscono o vengono feriti, e che, smarriti non sanno dove sono né quel che accade loro, e che, come fu un tempo per Lei, non si rendono conto di questa situazione. Per tutti gli altri, ad esempio, per la gente di qui, quel che sta accadendo è percepito da pochi, anzi pochissimi, come un incubo confuso, dai più come uno sfondo indefinito, uno scenario teatrale, in entrambi casi come irrealtà…

Mauro Valli
Mauro Valli

 

Le resta appena un guscio da rompere per uscire dalle tenebre dell’uovo alla luce della verità, e già preme contro il guscio. Questa immagine è molto antica. L’uovo è questo mondo visibile. Il pulcino è l’ Amore, l’Amore che è Dio stesso e abita nel profondo di ogni uomo, primieramente come seme invisibile: quando il guscio è rotto, quando l’essere è uscito, ha per oggetto ancora questo stesso mondo. Ma non vi è più racchiuso dentro. Lo spazio si è aperto e squarciato. Lasciando il corpo miserabile abbandonato in un angolo, lo spirito viene trasportato in un punto fuori dallo spazio, che non è un punto di vista, che non è prospettico e da cui questo mondo visibile è visto realmente, senza prospettiva. Lo spazio comparato a quel che era nell’uovo, è diventato un infinito alla seconda o direttamente alla terza potenza.

L’istante è immobile anche se interrotto da alcuni rumori, tutto lo spazio è colmo di un silenzio denso, che non è assenza di suono, che è un oggetto positivo di sensazione, più positivo di un suono, che è la parola segreta, la parola dell’Amore che fin dalle origini ci tiene fra le braccia.

Lei quando sarà fuori dall’uovo, proprio lei conoscerà la realtà della guerra, la realtà più preziosa da conoscere, poiché la guerra è l’irrealtà stessa. Conoscere la realtà della guerra è armonia pitagorica, unità dei contrari, è la pienezza della conoscenza dei contrari, è la pienezza della conoscenza del reale.

Lei ha un’immenso privilegio: la guerra dimora nel suo corpo, che da anni attende fedelmente che lei sia maturo per conoscerla. Quelli che sono caduti al suo fianco non hanno avuto il tempo di ricondurre sulla loro sorte la frivolezza errante dei loro pensieri. Quelli che sono ritornati incolumi hanno ucciso il loro passato con l’oblio anche se hanno dato l’impressione di serbarne il ricordo, perché la guerra è sventura…

Essi hanno la possibilità e la funzione di conoscere nella sua verità, di contemplare nella sua realtà la sventura del mondo. È questa l’autentica funzione redentrice… Noi speriamo che in ciò che siamo chiamati a vivere di poter ritrovare l’Alto valore di questo momento storico che rende unito il mondo intero. Che possa, questo momento storico, per chi è alla ricerca, apportare una consapevolezza autentica.

Il messaggio di oggi sarà più lungo… Vi chiediamo un po’ di attenzione… Consideriamo tale attenzione come un dono gratuito e generoso da parte vostra. L’attenzione è la forma più rara e più pura di generosità.

Vi abbiamo riportato, alla rinfusa, e continuiamo in qua e là, lungo questo scritto, alcuni passaggi intensi tratti da Simone Weil - Joë Bousquet Corrispondenza…

È questo, ai miei occhi, l’unico fondamento legittimo di ogni morale; le cattive azioni sono quelle che velano la realtà delle cose e degli esseri oppure quelle che assolutamente non commetteremo mai se sapessimo veramente che le cose e gli esseri esistono. Reciprocamente, la piena cognizione che le cose e gli esseri sono reali implica la perfezione. Ma anche infinitamente lontani dalla perfezione possiamo, purché si sia orientati verso di essa, avere il presentimento di questa cognizione; ed essa è rarissima. Non v’è altra autentica grandezza.

Parlo di tutto questo non propriamente come un cieco, ma come un quasi cieco potrebbe parlare della luce.

Almeno penso di vedere abbastanza per avere potuto riconoscere in voi questo orientamento… E questo orientamento ci è parso averlo riscontrato nel corso della nostra intervista in Mauro Valli, violoncellista barocco.

Nel corso del nostro parlare insieme ci ha portato a conoscenza del suo intendimento del mondo, della musica barocca, di come sposa all’attività di musicista il suo vivere in campagna e produrre prodotti biologici.

È uno delle poche persone fedeli al proprio credo tanto che diviene in tutto e per tutto uno vero e proprio stile esistenziale che si articola attraverso la bellezza, le altezze metafisiche provenienti dalla musica e l’aiuto, per stare aggrappato nel mondo, elargito dal lavoro nei campi. È inoltre alle prese con una continua ricerca della libertà espressa nei giusti toni ed equilibri.

Così si legge di Lui come artista:

"Vorrei segnalarti un grande musicista che forse già conosci, Mauro Valli, violoncellista barocco (suona anche il piccolo a 5 corde e il moderno) che trovo straordinario, anzi uno dei più grandi oggi. Da lui ho ricevuto un CD ancora inedito delle canzoni di Angelo Berardi (musicista barocco ravennate ma operativo nei pressi di Roma, importante teorico e di cui oggi non si conosce praticamente una nota). Sono composizioni bellissime e, a mio avviso, eseguite con grande fantasia, visionarietà e conoscenza. Il mio gesto è assolutamente spontaneo e spinto dalla forza della musica e dall’esecuzione." – Giovanni Sollima

E proprio, ma non solo sul compositore citato da Sollima che ci siamo soffermati nel corso del nostro incontro che abbiamo intitolato "Il potere delle musica" e per rendere più potente questa asserzione vi invitiamo a leggere di Maurius Schneider "Il significato della musica" e dal risvolto di copertina vi riportiamo solo un breve passaggio:

"Il canto dell’inno corona la trasformazione: si è giunti a ristabilire il sacrificio sonoro, si è in armonia col canto e con la luce donde proviene tutto il creato, si ode il concerto delle sfere celesti. L’essenza di questo canto è il giusto rapporto tra i suoni, cioè la serie di rapporti numerici che costituisce l’armonia di una nota, perché ogni volta che risuona una nota musicale s’incarna qualcosa di misterioso: un modello minimo della creazione, un sistema di oscillazioni polari; è richiamato il principio stesso della creazione, la musica delle sfere" (Dallo scritto di Elemire Zolla).

Ed in un momento di deriva spirituale, culturale, morale, in un mondo ipertecnologico e materialista, desideriamo come non mai che la bellezza, la spiritualità, l’ordine, l’equilibrio, la chiarezza, la giustizia, la libertà, le leggi e l’armonia possano risplendere. La musica colta contiene tutte queste qualità.

Desideriamo perciò dar vita ad un percorso di:"Ricercando armonia" destinato a tutti quegli esseri che sentono la necessità di vivere e ricercarla con noi.

Desideriamo con il Maestro Valli ed i suoi colleghi musicisti, ma anche con chi desidera unirsi a noi, appartenenti al campo della cultura e dell’arte in senso esteso, all’interno delle cattedrali dello spirito (Chiese, Santuari, luoghi privati piacevoli) e della natura (campagna, montagna, spiagge) dare vita ad incontri, dialoghi, concerti, spettacoli recitativi, mostre, dove sarà richiesto per entrare solo uno sguardo vivo ed un sorriso contagioso…

Riconosciamo che abbiamo infinito bisogno di ordine ed armonia in un mondo in cui si vedono polvere e già macerie, ma abbiamo necessità di custodire e trasmettere un passato ricco di spiritualità, legge, arte e cultura per muoverci con cognizione di causa nel presente e verso il futuro…

Desideriamo muoverci contro corrente e risalire dal mare verso il fiume, come fanno i salmoni, per ritornare alla fonte e poter continuare a creare…

Speriamo che il nostro sogno sognato divenga realtà e preghiamo chi si sente in sintonia di entrare in contatto con noi…

Che sia persona di fede, artista, pensatore, scienziato, pubblico o che abbia spazi da destinarsi a ricercando armonia…

Per una ecologia del corpo, dello spirito, dei luoghi affinché armonia, bellezza, amore ed un senso del sacro possano fungere come prevenzione, terapia e cura ricostituente al male del vivere…

VIDEO. Il Potere della Musica - con Mauro Valli

 

Leggi anche: Associazione Eumeswil


 L'ASSOCIAZIONE #EUMESWIL​ è un’associazione culturale non-profit, sorta a Firenze e Vienna con lo scopo di studiare e diffondere l’opera, il pensiero e lo stile esistenziale di #ErnstJünger​.

L’Associazione si fonda su tre pilastri:

CULTURA - Intesa come coltivazione di sé.

TRADIZIONE - Come l'eredità spirituale dei nostri antenati.

RETTITUDINE - Come modo di essere e non di apparire.

Visita il Sito: Associazione Eumeswil

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: RedEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.