Schneider Electric: è urgente agire per la decarbonizzazione, accelerando sul percorso Net Zero - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
22
Ven, Ott

Schneider Electric: è urgente agire per la decarbonizzazione, accelerando sul percorso Net Zero

Immediapress
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

• All’Innovation Summit World Tour 2021 appello per accelerare la riduzione delle emissioni di carbonio per raggiungere gli obiettivi al 2050 

• Si amplia l’offerta di servizi di consulenza per la sostenibilità 

• Si deve agire da 3 a 5 volte più rapidamente e si devono dimezzare le emissioni in questo decennio: è possibile con un’energia elettrica “smart & green” e con l’automazione di nuova generazione  

Rueil-Malmaison (Francia), 12 ottobre 2021– Il mondo può accelerare la lotta al cambiamento climatico e dimezzare le emissioni di anidride carbonica entro il 2030 secondo Schneider Electric, il leader nella trasformazione digitale della gestione dell’energia e dell’automazione – che nel 2021 è stata riconosciuta come azienda più sostenibile al mondo da Corporate Knights.  

In apertura dell’evento Innovation Summit World Tour 2021, il Presidente e CEO di Schneider Electric Jean-Pascal Tricoire ha evidenziato come esistano percorsi concreti per arrivare a emissioni nette zero; questi percorsi sono descritti nel report “The 2030 imperative: A race against time” prodotto da Schneider Electric Sustainability Research Institute. 

L’Innovation Summit World Tour (12 ottobre – 19 novembre 2021) è l’evento globale principale dell’anno per Schneider Electric; in esso si affrontano temi quali la sfida climatica e si offrono a clienti, partner, istituzioni indicazioni su come ridurre rapidamente le emissioni per decarbonizzare l’economia mondiale in questo decennio decisivo. I partecipanti possono scoprire le innovazioni digitali e sostenibili di Schneider Electric e approfondire aree quali l’Elettricità 4.0 e l’automazione di nuova generazione.  

Urgente agire in fretta per decarbonizzare  

L’intervento di Tricoire sprona ad adottare misure per la decarbonizzazione e presenta, a partire dai risultati della ricerca condotta da Schneider Electric, una proposta che consenta di restare sulla traiettoria di contenimento dell’aumento della temperatura media globale entro 1,5 °C.  

La ricerca evidenzia la necessità di ridurre le emissioni del 30-50% rispetto ai livelli correnti entro questo decennio. Mancare questo obiettivo rende virtualmente impossibile limitare entro gli 1,5°C l’aumento della temperatura, come segnalato anche dall’IPCC - Intergovernmental Panel for Climate Change 

I modelli elaborati da Schneider Electric Sustainability Research Institute mostrano come – realisticamente e a costi sostenibili – si possano abbattere 10 Giga Tonnellate all’anno di emissioni di CO2, entro il 2030.  

In dettaglio, il report si è focalizzato su un sottoinsieme delle emissioni globali di gas serra. Considerando un totale di 50 GtCO2e/y (GigaTonnellate di CO2 equivalente/anno), nello scenario tratteggiato dallo studio “The 2030 Imperative” esiste l’opportunità concreta di abbattere del 30% (10 GtCo2/y) le emissioni connesse all’energia rispetto a un livello di partenza pari a 30GtCO2e/y. Questa sarebbe una importante accelerazione rispetto agli attuali impegni – che si aggirano su un livello di 3 Giga Tonnellate di Co2 equivalente l’anno – pari al 10% dell’obiettivo di riduzione delle emissioni.  

Anche con un’accelerazione del genere, restano comunque circa 20 Giga Tonnellate di emissioni di CO2 equivalente l’anno, non connesse all’energia, che questo report non prende in considerazione.  

In base a questi dati, Schneider chiede a governi e mondo aziendale di aumentare da 3 a 5 volte i propri sforzi. L’istituto di ricerca ritiene che l’unico percorso che possa realisticamente avere successo è implementare collaudate tecnologie digitali e aumentare l’elettrificazione: questo è il modo più veloce per decarbonizzare gli edifici, i trasporti, l’industria. Inoltre, è un approccio che fa risparmiare tempo per abbattere le emissioni nei settori in cui è più difficile farlo; infine, il report evidenzia chiaramente che percorsi diversi da questo avrebbero un peso troppo elevato per i consumatori.  

“Nonostante la crescente attenzione alla sostenibilità, e nonostante siano sempre di più le aziende che fissano obiettivi ambiziosi per combattere il cambiamento climatico – vediamo da questa ricerca che è necessario correre. Come Schneider Electric, riteniamo di poter giocare un ruolo unico nella soluzione di questa sfida. Per aiutare le organizzazioni a decarbonizzare al ritmo necessario e a raggiungere i loro obiettivi di sostenibilità, annunciamo il potenziamento della nostra divisione di consulenza dedicata alla sostenibilità; vogliamo così aiutare a rispondere all’esigenza di fare progressi sulla transizione energetica e sugli obiettivi climatici” ha detto Jean-Pascal Tricoire, Presidente e CEO di Schneider Electric.  

“Le organizzazioni oggi hanno bisogno di un partner di fiducia, che li aiuti nella pianificazione strategica, nel fissare gli obiettivi e possa dimostrare la capacità di realizzare soluzioni che portano risultato in modo più rapido e tangibile. Abbiamo affrontato noi stessi sfide di sostenibilità che abbiamo vinto, e nel farlo abbiamo sperimentato soluzioni digitali ed elettriche uniche al mondo, adottandole nelle nostre strutture; questo ci mette nella migliore posizione per aiutare anche gli altri”  

Strategie e soluzioni per decarbonizzare la catena del valore  

Basandosi sulla propria leadership in ambito di sostenibilità – confermata anche dagli obiettivi ambiziosi fissati nel report Schneider Sustainability Index per il periodo 2021 – 2025 – Schneider Electric rafforza la divisione dedicata alla consulenza nel settore, che fa leva anche su 10 anni di successi nell’area dei servizi per l’energia e la sostenibilità.  

Oggi Schneider Electric è il leader mondiale in ambiti quali efficienza energetica, gestione dell’energia, procurement di energie rinnovabili, report sule emissioni di carbonio, analisi del rischio climatico, decarbonizzazione della supply chain; offre software e servizi di consulenza a oltre il 30% delle aziende che fanno parte della lista Fortune 500. Tra i clienti, si citano Johnson & Johnson, Walmart, Faurecia, Kellogg, Takeda, Velux Group, Unilever e T-Mobile.  

L’espansione è frutto della domanda crescente dei servizi di consulenza Schneider, quali: 

• la consulenza sull’azione per il clima, sulla decarbonizzazione della propria supply chain, e i servizi di analisi dei rischi climatici;  

• servizi di comunicazione, quali rating e reporting ESG, attività reputazionali, dichiarazioni di sostenibilità; 

• servizi per la tracciabilità e la circolarità;  

• i moduli software dedicati agli ESG disponibili nella piattaforma EcoStruxure™ Resource Advisor, utili a ottenere e tracciare metriche legate a società e governance  

Fare parte della soluzione con l’innovazione digitale  

Nel quadro della sua ricerca di innovazione sostenibile e di percorsi per un mondo net-zero, Schneider Electric aiuta i clienti di molti settori a trasformarsi, passando a sistemi aperti, interoperabili, digitali e semplificati – e a modelli di business più smart. In occasione dell’Innovation Summit World Tour, Schneider presenta un’anteprima di soluzioni per abbattere le emissioni di carbonio in case, edifici, data center, reti elettriche, industrie.  

• Elettricità 4.0: un nuovo mondo elettrico alimentato da energia green & smart  

Oggi stiamo assistendo alla convergenza su larga scala tra digitale ed elettricità, abilitata dal software. Schneider rende sostenibile l’energia e ritiene che l’elettricità sia il migliore vettore per la decarbonizzazione. Il digitale rende intelligente l’energia per aumentare l’efficienza e eliminare gli sprechi. Questa convergenza porta a uno scenario che l’azienda definisce “Elettricità 4.0” che alimenterà un nuovo mondo “elettrico”. In questo contesto, l’azienda presenta varie soluzioni.  

• Smart Home: Schneider presenta una serie di soluzioni per case intelligenti e sostenibili, tra cui la gamma Wiser,che aiutano a ridurre lo spreco di energia. Nel 2050 la fonte principale di consumo di elettricità diventeranno le nostre case, che saranno anche fonte della maggiore quantità di emissioni di Co2 – il 34% del totale.  

• Reti elettriche digitali e resilienti: la gamma di tecnologie Schneider Electric che usano l’aria pura al posto del gas fluorurato SF6 si amplierà con nuove soluzioni come SM AirSeT – unità il quadro di distribuzione in media tensione isolato in aria.  

• Distribuzione elettrica smart: ripensando in ottica digitale prodotti come TeSys Giga, Canalis Busbar, PrismaSeT Active, New Gen ComPacT, TransferPacT e con la piattaforma EcoStruxure Power™ si offrirà un’esperienza d’uso più semplice, sostenibile, sicura per gli installatori e per le aziende che si occupano di servizi. L’obiettivo è rafforzare la resilienza nella nostra economia sempre più digitale, nell’ottica di un modello di partnership pronto al futuro (Partnerships of the Future)  

Industrie del futuro : resilienti e sostenibili grazie all’automazione di nuova generazione  

Un vero cambio di passo in termini di efficienza e agilità si può avere grazie all’intelligenza artificiale, alle tecnologie digital twin, alla possibilità di supportare con analytics avanzate l’esperienza e la competenza del persona - e grazie a un software industriale “agnostico” - che include anche l’offerta Performance Intelligence di AVEVA.  

• EcoStruxure™ Automation Expert 21.2 offre agli impianti di trattamento e gestione delle acque strumenti per tutto il ciclo di vita. Il primo sistema di automazione al mondo centrato sul software integra in modo fluido IT e servizi OT, per moltiplicare la sicurezza, rendere i sistemi più longevi, consentire una facile evoluzione nel tempo. Come soluzione di automazione universale, EcoStruxure™ Automation Expert può essere usata con hardware già esistente. Il controllore virtualizzato può funzionare con qualsiasi device di edge computing basato su Windows o Linux, offrendo alle aziende industriali una flessibilità senza precedenti. Un livello di collaborazione abilitata dal digitale come questo può, potenzialmente, liberare un valore aggiunto di oltre 100 miliardi di dollari nel settore industriale. 

• EcoStruxure Machine aumenta l’efficienza e riduce i tempi di sviluppo per i costruttori di macchine. Con il nuovo Lexium MC12 multi carrier, per trasportare, raggruppare e posizionare i prodotti, gli OEM possono ottenere più produttività e flessibilità, risparmiando fino al 40% sui costi di investimento e rendendo più rapida del 50% l’installazione e la messa in opera delle macchine. Unito a tecnologie digital twin, il nuovo multi carrier riduce anche la complessità della progettazione e accelera il time to market fino al 30%. 

Chi è Schneider Electric  

L’obiettivo di Schneider Electric è consentire a tutti di sfruttare al meglio l’energia e le risorse, coniugando progresso e sostenibilità. Questo è ciò che definiamo, Life Is On. La nostra missione è essere il Partner digitale per la sostenibilità e l’efficienza. Guidiamo la trasformazione digitale integrando le migliori tecnologie mondiali per la gestione dei processi e dell’energia, prodotti connessi dal campo al cloud, soluzioni di controllo, software e servizi per tutto il ciclo di vita; in questo modo, rendiamo possibile la gestione integrata di case, edifici, data center, infrastrutture, industrie. Siamo la più locale delle aziende globali. Promuoviamo l’adozione di standard aperti e la creazione di ecosistemi di partnership che condividano con noi uno scopo significativo e i nostri valori di inclusione e di responsabilizzazione delle persone.  

www.se.com/it  

Ufficio Stampa: Prima Pagina Comunicazione: Cristiana Stradella, Caterina Ferrara – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.