Come e dove investire. La rivincita della Russia, ecco perché - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
22
Ven, Ott

Come e dove investire. La rivincita della Russia, ecco perché

Immediapress
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Milano 14 ottobre 2021. Contro ogni previsione, quest’anno sui mercati azionari per la Russia sta dimostrandosi uno dei migliori anni dell’ultimo decennio. Da inizio anno il Paese batte abbondantemente l’indice azionario Usa e quello cinese, nonostante a fine 2001 le previsioni delle banche d’affari

indicavano proprio la Cina e gli Stati Uniti come i mercati migliori dove investire. Perché nessuno aveva puntato sulla Russia?  

Su cosa investire oggi? È una domanda che si pongono molti risparmiatori così che SoldiExpert SCF, fra le più importanti società di consulenza finanziaria indipendente del settore (iscritta all’Albo OCF come è obbligatorio in Italia per chi svolge attività di consulenza anche personalizzata a piccoli e grandi investitori) ha deciso di fare un focus sui mercati emergenti, in particolare della Russia e del boom dei prezzi di alcune materie prime.  

Un mercato, quello russo, che i consulenti finanziari indipendenti di SoldiExpert SCF avevano già messo sotto la lente di LetteraSettimanale.it, la newsletter gratuita di SoldiExpert SCF, società di consulenza finanziaria indipendente già a inizio anno, prendendo posizione in alcuni portafogli consigliati o sotto consulenza. 

LA RUSSIA SI RIPRENDE QUALCHE RIVINCITA. IN QUALE SETTORE?  

Secondo le analisi dei consulenti indipendenti di SoldiExpert SCF la Russia si sta prendendo una rivincita importante grazie all’importanza delle materie prime nella propria economia e in particolare gli idrocarburi.  

Se si confrontando diverse materie prime si osserva che il prezzo del petrolio Brent è raddoppiato in un anno, il prezzo del gas è aumentato del 130 per cento e quello del carbone del 342 per cento. 

Putin ha recentemente dichiarato che non ha nulla a che fare con l'aumento dei prezzi e con la riduzione delle consegne del gas e ha offerto il proprio aiuto all’Europa e sottolineato che il suo Paese “è un fornitore di gas affidabile e rispetta gli impegni in pieno”. 

I Paesi dell’Unione Europea ottengono gran parte del gas attraverso una rete di gasdotti differenziata, soprattutto da Russia e Norvegia. C'è anche la possibilità di importare gas naturale liquefatto (GNL) dagli Stati Uniti che sono dei mega produttori mondiali (lo definiscono il “gas della libertà”) ma le navi cisterna statunitensi sono dirette sempre più verso la Cina. 

E la Germania che anni fa aveva puntato sul gas russo importato direttamente con un gasdotto diretto dalla Russia (Nord Stream 2) nonostante la forte opposizione degli Stati Uniti sia di Obama che di Trump a questo progetto (1.230 km di condotte poggiate sul fondo del Mar Baltico, per un investimento da 11 miliardi di dollari) si è dimostrata lungimirante perché fra pochi mesi i rubinetti, dopo poco più di 3 anni di posa delle tubazioni, potrebbero essere finalmente aperti. 

Una volta che la Germania avrà certificato il progetto del gasdotto Nord Stream 2 in Europa verrà importato più gas russo attraverso il Mar Baltico, bypassando l’Ucraina.  

Sulla scelta di dove investire oggi per SoldiExpert SCF è importante analizzare tutti i vari aspetti economici e non dei Paesi. Nel settore del gas la Russia è il maggiore fornitore all’Europa e anche i cinesi a corto di gas guardano ora a Putin e alla Russia per quanto non è chiaro quanto Gazprom, il principale produttore russo, possa aumentare le forniture date le sue priorità di rifornire il suo mercato interno e costruire le scorte in vista dell’inverno. 

Gli strategist di SoldiExpert SCF ricordano che, in questi anni, la Russia non è stato, dal punto di vista economico, il posto migliore dove investire e nemmeno vivere. Nel 2009 la Russia (corretta per il potere d'acquisto) aveva un reddito pro capite più alto di Croazia, Polonia, Romania o Turchia, ma da allora è stata superata da tutti questi paesi. I russi oggi devono convivere con la scioccante consapevolezza di stare peggio dei rumeni e dei turchi. E tra i paesi dell'UE, solo la Bulgaria è più povera della Russia. 

Il tasso di crescita medio annuo della Russia dal 2014 è stato un misero 0,6%, un quinto della media globale. Le piccole e medie imprese private arrancano, mentre prosperano le aziende quasi statali controllate da uomini vicini al Presidente. 

Il potere di Putin ha reso più ricchi alcuni ma questa ricchezza non si è certo distribuita a pioggia e anche per questo motivo gli investimenti stranieri in Russia sono scesi quasi costantemente.  

Il settore petrolifero rappresenta il 15% del Pil e il boom delle materie prime sta rilanciando la Russia tanto che il primo ministro della Federazione Russa, Mikhail Mishustin, ha dichiarato, mercoledì 8 settembre, che il Pil della Federazione Russa, nel mese di giugno, ha raggiunto i livelli pre-pandemia. 

Per decidere su cosa e come investire in Borsa oggi per i consulenti indipendenti di SoldiExpert SCF è importante ragionare con un portafoglio diversificato e costruito con buoni mattoni. E stando attenti a non rincorrere troppo le mode e i prodotti consigliati dalla maggior parte delle banche che quasi sempre sono fondi d’investimento con costi che si possono benissimo tagliare anche del 50% e più se si ricorre a un consulente finanziario indipendente.  

E distinguendo fra scelte strategiche (il cuore di un portafoglio) e tattiche o discrezionali.  

.  

SoldiExpert SCF opera in assenza in modo trasparente e in assenza di conflitto di interesse e per questo, mette al primo posto l’interesse del cliente. Chiunque sia interessato una modalità di consulenza trasparente, totalmente a favore del cliente e realmente indipendente, SoldiExpert SCF mette a disposizione i propri consulenti finanziari autonomi per un check up gratuito dei propri investimenti. 

CHI È SOLDIEXPERT SCF  

Fondata da Roberta Rossi e Salvatore Gaziano, consulenti finanziari autonomi, SoldiExpert SCF è una delle principali società di consulenza finanziaria (SCF) indipendente a livello nazionale. Iscritta all’Albo OCF SoldiExpert SCF è una società che fornisce esclusivamente consulenza su base indipendente (e anche sul fronte in-formativo sul proprio blog, su YouTube e sul proprio canale podcast, RadioBorsa) ha scelto di essere coerente con questa missione. Vanta una clientela presente in tutta Italia e assiste risparmiatori e investitori con patrimoni di ogni tipo (da famiglie private, imprenditori e manager a gestioni patrimoniali per conto di banche nazionali) ed è in grado grazie al proprio Ufficio Studi e all’esperienza accumulata di fornire consulenza patrimoniale per ogni esigenza (una tantum, continuativa) e obiettivo (portafogli d’investimento, consulenza gestioni patrimoniali, analisi finanziaria e portafogli self-service, check up portafogli, previdenza e pianificazione patrimoniale e successioni).  

Per maggiori informazioni:  

Salvatore Gaziano Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Roberta Rossi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Risorse:  

>>> Iscrizione Lettera Settimanale: lettera.soldiexpert.com  

>>> Radio Podcast: radioborsa.com  

>>> Conferenza Asset Allocation: aaa2021.soldiexpert.com  

>>> Check Up Gratuito: diagnosi.soldiexpert.com  

>>> canale YouTube: youtube.com/SoldiExpert  

>>> canale Patreon: patreon.com/soldiexpertlab  

 

Contatti SoldiExpert SCF:  

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Numero Verde 800.03.15.88 

sito SoldiExpert SCF: soldiexpert.com