Emiliano Carnevale: “I modelli di fonderia ora si realizzano con la stampante 3D”
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
24
Mar, Mag

Emiliano Carnevale: “I modelli di fonderia ora si realizzano con la stampante 3D”

Immediapress
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

L’uso della tecnologia permette di ridurre di molto i tempi di produzione e i costi finali. Un apporto in termini di precisione e un risparmio vero per i clienti. 

Roma 19 ottobre 2021. Le nuove tecnologie sono entrate in modo importante anche nel settore della fusione. Tra i principali processi digitali trova sempre

più applicazione la stampante 3D per la realizzazione dei modelli di fonderia. Questo strumento permette di creare prodotti altamente performanti e rifiniti nei minimi dettagli, con tempi più che dimezzati. 

“Per produrre qualsiasi elemento metallico da fusione, a prescindere dalla destinazione del prodotto finale, è necessario il modello in scala reale da cui viene realizzato il calco – spiega Emiliano Carnevale, titolare della Fonderia Carnevale a Roma – Fino ad oggi i modelli erano realizzati artigianalmente in legno da modellisti specializzati. L’uso della stampante 3D è una vera rivoluzione, perché crea stampi ad alta precisione, resistenti a qualsiasi temperatura e a costo sicuramente inferiore. E il risparmio è sia per noi che per il cliente che acquista il prodotto finale”. 

Emiliano Carnevale è la terza generazione della Fonderia Carnevale, dopo il nonno Luigi e papà Mario. Sono tra i pochissimi rimasti in Italia ad occuparsi di fusione. "La Fonderia Carnevale nasce ufficialmente nel 1949 – racconta Emiliano - con l’affitto del terreno nello storico quartiere di San Lorenzo. Il carattere familiare è stato il nostro valore aggiunto, contro le altre fonderie all’epoca più grandi. Il cambio degli equilibri economici e industriali ci ha portato col tempo a rivolgerci sempre più alla clientela privata, a studi di architettura e ad imprese edili. Ma abbiamo sempre guardato all’innovazione e all’applicazione di nuovi processi digitali”. 

La Fonderia Carnevale fornisce principalmente scale a chiocciola o a giorno, in fusione e in ghisa, e fontane in ghisa in vari modelli, con quell'originale tocco retrò. Oggi, con l’introduzione delle stampanti 3D, il lavoro ha raggiunto una perfezione assoluta, con stampi che rispecchiano il progetto e le misure richieste. Nella ghiseria si continuano comunque ad utilizzare gli stampi storici, realizzati nel corso degli anni e acquistati anche da antiche fonderie non più esistenti, per garantire quell’artigianalità che ha distinto la Fonderia Carnevale in oltre 70 anni di attività. 

• CONTATTI: http://www.fonderiacarnevale.com/  

•  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.