Europei Scherma: Foconi, orgoglio Unicusano, conquista l'oro europeo nella gara a squadre di fioretto ad Antalya
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
02
Sab, Lug

Europei Scherma: Foconi, orgoglio Unicusano, conquista l'oro europeo nella gara a squadre di fioretto ad Antalya

Immediapress
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Roma, 23 giugno 2022. Alessio Foconi, ternano classe ’89, sale sul podio e conquista l’oro nel fioretto maschile con Daniele Garozzo, Tommaso Marini e Guillaume Bianchi. Orgoglio per l’Università Niccolò Cusano, sponsor del giovane schermidore. 

La Unicusano, eccellenza nella formazione

universitaria, continua ad investire sui giovani e i loro talenti e a sostenere le passioni sportive degli atleti. Una mission che vive del forte connubio tra sport e cultura. Alessio, infatti, legherà la sua immagine all’Ateneo fino alle Olimpiadi del 2024 che si terranno a Parigi. 

Foconi è stato autore di una stoccata da urlo. Nel terzo assalto, ha colpito l'avversario francese in rovesciata, una vera e propria magia. Ai microfoni di Radio Cusano Campus commenta la vittoria. 

“Abbiamo trovato la quadra e c’è molta serenità, questo è il nostro punto di forza. – ha dichiarato Foconi- Quando tiro la tensione della gara potrebbe essere controproducente, però so che alle mie spalle ci sono loro che mi sosterranno sempre. A dire il vero nella gara individuale qualcosa è andato storto, mi aspettavo di arrivare in semifinale. Non è andata bene, però sono molto contento di essermi riscattato nella gara a squadre, dove mi sono anche preso una bella rivincita contro il francese. Devo dire che c’è una bella unione tra noi, c’è un ottimo clima in squadra. Tutta questa attenzione mi fa molto piacere, non mi crea tensioni o stress, è come una grande famiglia. Ognuno ha un ruolo molto importante nella mia vita professionale. Ora si festeggia, ma poco, perché ora si prepara il Mondiale a Il Cairo che si svolgerà nel mese di luglio”. 

Ufficio Stampa 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.