Chriva, Stefano Trovò: “Grazie ai nostri studi sui microorganismi bonifichiamo naturalmente le fontane monumentali delle città italiane, laghi, bacini idrici, Rendiamo i suoli più fertili, rafforziamo la salute ed il benessere delle api.”
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
01
Sab, Ott

Chriva, Stefano Trovò: “Grazie ai nostri studi sui microorganismi bonifichiamo naturalmente le fontane monumentali delle città italiane, laghi, bacini idrici, Rendiamo i suoli più fertili, rafforziamo la salute ed il benessere delle api.”

Immediapress
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Il Direttore Scientifico del laboratorio di analisi di Roma racconta le scoperte realizzate su speciali microorganismi capaci di sostituire gli agenti chimici per la pulizia di fontane, suoli contaminati, laghi tratti di mare. Rendiamo i suoli più fertili, rafforziamo la salute ed il benessere delle

api.” 

Ci sono dei Microrganismi molto particolari, tra cui per esempio gli Archeobatteri, alcuni Eubatteri ed alcuni miceti, che hanno la caratteristica di metabolizzare inquinanti, che sono tossici per gli altri esseri viventi. 

Grazie ai nostri esperti abbiamo selezionato dagli ambienti più disparati tali microrganismi innocui per l’uomo, per gli altri esseri viventi e che recano un grande beneficio all’ambiente. 

Inoltre abbiamo riprodotto questi importanti microrganismi e li abbiamo messi alla prova su diverse situazioni critiche a livello ambientale, riuscendo a risolvere numerose problematiche in modo naturale e sicuro. 

Microorganismi capaci di bonificare fontane, laghi e tratti di mare senza l’uso di agenti chimici: una scoperta tutta italiana, che va ad impattare positivamente sugli elementi artistici delle città del Belpaese e al contempo rispettando l’equilibrio della natura. La ricerca portata avanti da Chriva, laboratorio di analisi di Roma, ha del sensazionale visti i risultati raccolti in importanti capoluoghi italiani come Ferrara, dove nel fossato del Castello Estense gestito egregiamente e con grande cura dalla Provincia di Ferrara, è stato possibile bonificare l’acqua presente senza l’uso di cloro o altre sostanze chimiche. “Con la selezione di speciali microorganismi, riprodotti in laboratorio in larga scala, abbiamo sviluppato la capacità di bonifica delle acque presenti nei monumenti artistici, tutelando il patrimonio architettonico e impedendo la fastidiosa proliferazione delle alghe nelle fontane”, spiega Stefano Trovò, Direttore Scientifico di Chriva. Grazie all’abbattimento di nitriti e nitrati, spiega Trovò, le alghe, che naturalmente si formano nei bacini idrici trovano un ostacolo alla crescita. In questo modo, non solo le acque dei monumenti (estremamente sensibili al cloro, che impatta negativamente sulle strutture architettoniche), ma anche quelle di laghi e tratti di mare possono essere controllate con un sistema efficace e a zero impatto sull’ambiente. “Dove esistono problemi di inquinamento del mare, con la presenza ad esempio di mucillagini, operiamo con l’installazione di cordoni lungo le coste, alla foce dei fiumi o adiacenti ai depuratori”, spiega i Direttore Scientifico di Chriva. “Questi sistemi rilasciano i microorganismi sviluppati presso i nostri laboratori, che vanno così letteralmente a mangiare le sostanze che deturpano le acque”. Una scoperta estremamente importante per la tutela delle acque, che in questo modo possono essere trattate con microorganismi già presenti in natura. Un impatto generale positivo, persino sulla fauna. “Tra gli altri microorganismi selezionati, abbiamo a disposizione dei componenti che aumentano la difesa immunitaria dei pesci, per un miglioramento dei numeri e diminuzione della mortalità soprattutto nei primi stadi di sviluppo”, prosegue Trovò, utili per ripopolare acque e bacini. Con le sue ricerche sui microorganismi, Chriva opera anche nei laghi per la pesca sportiva, rendendo in questo modo l’acqua vivibile per i pesci lì presenti, trasformando l’acqua in chiara e trasparente. 

Con i microrganismi possiamo bonificare acque e terreni da idrocarburi, metalli pesanti ed altri inquinanti, ottenendo in breve tempo ottimi risultati. 

Abbiamo affrontato anche il problema molto attuale ed importantissimo della scomparsa delle api, senza le quali l’umanità perderebbe gran parte della biodiversità. A tal proposito abbiamo selezionato speciali microrganismi probiotici, in grado di aumentare le difese immunitarie delle api e quindi ridonare loro salute e forza. E’ emerso recentemente da studi scientifici dell’Università degli Studi di Roma divulgato in una pubblicazione scientifica internazionale (https://doi.org/10.1016/j.chemosphere.2022.136261), che gli stessi microrganismi CHRIVA riescono a ridurre fino al 74% elementi inquinanti dalle api, dal miele, dalla cera, dal propoli e di conseguenza dall’ambiente. 

Stiamo affrontando con le stesse tecnologie il problema dei siti contaminati da PFAS (sostanze perfluoroalchiliche), molto pericolose per l’uomo, la fauna e la flora.  

Stiamo affrontando anche il problema dei PCB (policlorobifenili) tanto pericolosi, che per esempio nel lago di Garda, le cui acque sono contaminate da PCB, vige il divieto di pesca all’anguilla. 

Non solo: i laboratori CHRIVA di Roma da anni, sono attivi anche nell’ambito calcistico nel trattamento dei campi da gioco di società importanti del panorama nazionale di Serie A e di Serie B. L’obiettivo è l’eliminazione del cosiddetto black layer: grazie ai microorganismi appositamente selezionati, si blocca lo sviluppo dell’idrogeno solforato, sanificando i terreni in erba e garantendo migliori prestazioni agli atleti. 

Inoltre riusciamo a ripopolare i suoli impoveriti di microrganismi utili a causa dei numerosi trattamenti chimici. Il ripopolamento di microrganismi apporta un grande beneficio al terreno e di conseguenza alle piante soprattutto nel settore agricolo. 

Siamo in grado di intervenire in tutto il mondo per la risoluzione di numerose problematiche di siti contaminati, grazie anche alla partnership con importanti aziende private che operano nella progettazione ti reattori biologici e la collaborazione con prestigiosi Enti di Ricerca. 

CONTATTI: https://www.chriva.com/  

 

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.