Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Mer, Nov

Abbiamo 175 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

Meteo: sarà una primavera inquieta, nuova ondata di maltempo in arrivo

Meteo: sarà una primavera inquieta, nuova ondata di maltempo in arrivo

Italia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Prevista neve copiosa sulle Alpi alle quote medio-alte con pericolo valanghe. Anche il weekend a rischio acquazzoni

Meteo: sarà una primavera inquieta, nuova ondata di maltempo in arrivo
Meteo: sarà una primavera inquieta, nuova ondata di maltempo in arrivo

 

“La Primavera continua a mantenersi molto inqueta quest’anno sull’Italia, bersaglio di perturbazioni atlantiche a ripetizione. L’ultima della serie ci sta raggiungendo proprio in queste ore e sarà responsabile di una nuova ondata di maltempo al Centronord” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara, che spiega – “Fase clou del peggioramento tra mercoledì sera e giovedì con piogge anche abbondanti o temporali intensi: le aree più colpite saranno Liguria, alto Piemonte, Trentino, Friuli, alta Toscana e in generale tutta la fascia prealpina, dove gli accumuli complessivi potranno superare punte di 80-100mm. Ai margini dell’azione ciclonica invece il Sud con tempo più asciutto e anche belle schiarite, salvo qualche piovasco possibile sulla Campania settentrionale”.

ALPI SOMMERSE DI NEVE – “Nevicate copiose ed abbondanti sono altresì attese sulle Alpi” – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – “In genere a quote medio-alte: neve dai 1400-1800m sulle Alpi centro-orientali, a tratti più in basso su Dolomiti e Trentino, dai 1000-140mm sulle Alpi occidentali, a tratti anche più in basso sul Piemonte. Gli accumuli saranno notevoli in alta quota, dove già la neve abbonda, anche fino a 1 metro dai 2000-2200m. Attenzione al concreto pericolo valanghe”.

ANCHE PARTE DEL WEEKEND A RISCHIO ACQUAZZONI – “Seguirà una tregua tra venerdì e sabato con sole prevalente e tempo in genere asciutto, salvo qualche pioggia in Sardegna, Piemonte occidentale e venerdì residui fenomeni su Alpi, Prealpi e Nordest ma in esaurimento. Tuttavia, non rimonterà l’alta pressione, ormai grande assente da qualche mese sul Mediterraneo, che sarà così obiettivo di un nuovo vortice ciclonico che probabilmente domenica prossima riporterà acquazzoni e temporali sparsi” – concludono da 3bmeteo.com.

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
il Centro Tirreno - Quotidiano online
Meteo
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-004
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-005
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-015

Seguci anche su Facebook

il Centro Tirreno - Quotidiano online
News e approfondimenti
Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-ct-cca-001