Lifeed, prima azienda italiana a partecipare a programma Unreasonable future - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Sab, Set

Lifeed, prima azienda italiana a partecipare a programma Unreasonable future

Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

E' Lifeed la prima e unica impresa italiana tra le 16 aziende disruptive e innovative in forte crescita selezionate da Unreasonable group per entrare nella community di Unreasonable future, il programma voluto da Fossil Foundation, Pearson e

Accenture per aiutare a co-progettare il futuro del mondo del lavoro. Le imprese selezionate sono in grado di portare un reale impatto nel futuro del mondo del lavoro, hanno soluzioni innovative, presenti sul mercato e in forte crescita, sono aziende inclusive, capaci di rompere gli schemi e cambiare la società. 

Unreasonable future è il programma di fellowship, giunto al suo terzo anno, che riunisce innovatori dirompenti e imprenditori per co-progettare un futuro in cui le persone e la tecnologia lavorano fianco a fianco per creare un futuro più sostenibile ed equo per tutti. Le prime due edizioni hanno coinvolto 30 imprese, raggiunto 17 milioni di beneficiari in 180 Paesi. Le imprese coinvolte in Ureasonable future finora hanno raccolto più di 260 milioni di dollari in finanziamenti e l’iniziativa ha generato oltre 74 milioni di visualizzazioni sui social media. 

Lifeed, l’edtech company a impatto sociale che crea soluzioni innovative per lo sviluppo del capitale umano e coinvolge le aziende come agenti del cambiamento è stata invitata ad unirsi alla community. Attraverso una piattaforma di formazione aumentata, digitale e real life, dal 2015 Lifeed trasforma le transizioni di vita e le attività di cura in palestre per la formazione delle competenze soft. Citata da McKinsey & company tra le 10 iniziative più innovative al mondo per il reskilling dei lavoratori, oggi la formazione Lifeed è utilizzata da oltre 20.000 persone in 70 aziende. 

L’azienda è stata fondata da Riccarda Zezza co-autrice del libro Maam - maternity as a master, blogger di Alley Oop - Il Sole 24 Ore, Fellow di Ashoka - l'ong che seleziona i migliori innovatori sociali del mondo - membro onorario di Cesvi e membro del Weizmann young european network. Riccarda è, inoltre, stata premiata da Fortune come 'Most influent and innovative woman fortune 2018' in Italia. 

"Unreasonable future - ha dichiarato Riccarda Zezza - rappresenta per Lifeed una grande opportunità per diffondere metodi di formazione innovativi e più democratici, in grado di cambiare la vita delle persone e ridefinire i modelli organizzativi. Vogliamo dare il nostro contributo per rendere accessibile la riqualificazione a milioni di lavoratori, costruire un mondo del lavoro in cui tutti possano realizzare il proprio potenziale, trasformando le esperienze di vita in competenze professionali". 

Unreasonable future fornisce una serie di occasioni di confronto e crescita per le imprese più innovative e in fase di crescita. Imprenditori e partner sono coinvolti in workshop guidati da esperti, braintrust, eventi globali e incontri immersivi su misura. Una rete di oltre 1000 mentori e specialisti, supportano le fase di crescita delle imprese e sfruttando le relazioni con fondi, fondazioni e società di consulenza, Unreasonable Future è in grado di indirizzare investimenti mirati sulle iniziative selezionate tramite raccolte di fondi e impegno diretto.