Intesa-San Paolo, mozzarella di bufala campana ha più alto tasso di crescita tra mozzarelle
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
05
Mar, Lug

Intesa-San Paolo, mozzarella di bufala campana ha più alto tasso di crescita tra mozzarelle

Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Nell'ambito della mozzarella, la bufala campana mostra il più alto tasso di crescita: dal 2015 ad oggi +21,6%, la mozzarella vaccina sì cresce ma del +9%". Lo ha detto in un videomessaggio Gregorio De Felice, direttore del Centro

studi economici Intesa-San Paolo, in occasione del convegno 'I 40 anni del Consorzio di tutela-storia e futuro della mozzarella di bufala campana dop'.  

"La mozzarella di bufala campana - ha ricordato - è il quarto marchio dop in Italia. Ai primi posti ci sono marchi come il Grana Padano, Parmigiano Reggiano e Prosciutto di Parma che hanno una durata di vita più lunga. Dal punto di vista del fresco, i 426 milioni l'anno di produzione della mozzarella di bufala campana è un quarto posto eccezionale".  

"Dal 2008 ad oggi - ha continuato De Felice - la mozzarella di bufala campana triplica le esportazioni, mentre altri prodotti caseari crescono del 167%. Per ragioni tecniche di conservazione del prodotto i principali mercati di sbocco sono quelli europei, registrando una forte crescita dal 2008 al 2020: in Francia +255%, Germania +252%, Giappone 233%, Regno Unito +106%". 

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.