Destro (Dqa): "Mozzarella di bufala è filiera più controllata"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Sab, Giu

Destro (Dqa): "Mozzarella di bufala è filiera più controllata"

Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Certifichiamo 1.200 allevamenti e 16 raccoglitori iscritti al piano di controlli della mozzarella di bufala campana. E' la filiera più controllata e questo avvalora il fatto che la sicurezza alimentare è al primo posto". A dirlo

Claudio Destro, presidente Dqa (Dipartimento qualità agroalimentare), intervenendo al convegno 'I 40 anni del Consorzio di tutela-storia e futuro della mozzarella di bufala campana dop'.  

"Sui caseifici - ha ricordato - abbiamo effettuato 3 visite annuali compresi campioni a sopresa sui campioni di latte e mozzarella. A questo si aggiunge la tracciabilità del latte bovino, come ha voluto il Mipaaf. Abbiamo implementato una nuova piattaforma ancora più restrittiva per poter controllare tutti i caseifici e allevamenti e per avere elaborazione dei dati ancora più efficaci". 

"La nota dolente - ha ammesso Destro - è la realtà del latte congelato. Al 21 aprile ce ne erano 40 milioni di chili, tutto latte che viene declassato ma che non è dop. Al consumatore oggi dobbiamo dare certezze ed esempio di sostenibilità, riduzione farmaco e sicurezza alimentare".  

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.