Ricerca 3M, 77% italiani ha maturato più attenzione per ambiente e sostenibilità - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Sab, Set

Ricerca 3M, 77% italiani ha maturato più attenzione per ambiente e sostenibilità

Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

La pandemia spinge i nostri connazionali a maturare una crescente presa di coscienza per la sostenibilità. Secondo lo State of Science Index di 3M, il 77% degli italiani ammette che la pandemia da Covid-19 li ha resi più attenti all'ambiente e il 92% crede che potrebbero essere proprio le soluzioni scientifiche ad aiutare a

rendere il mondo più sostenibile. Secondo la ricerca globale annuale di 3M - che dal 2018 indaga l’immagine della scienza - c’è "un sentimento di urgenza" riguardo al cambiamento climatico tanto che l’84% degli italiani pensa che debbano essere messi in atto immediatamente degli interventi per contrastare questo fenomeno.  

E sono proprio le questioni ambientali i problemi principali che - secondo gli italiani - la scienza deve risolvere, oltre alla pandemia: per il 51% il cambiamento climatico, per il 46% la pandemia e, a pari merito, l’inquinamento degli oceani dalle plastiche, mentre per il 42% l’accesso all'energia da fonti rinnovabili. Per progredire nella scienza e affrontare le grandi sfide globali, gli italiani ritengono che sia essenziale la collaborazione tra le varie nazioni (92%) e il settore pubblico e privato (92%), sottolinea l'indice della multinazionale.  

Dai nostri connazionali, inoltre, la scienza è vista come fondamentale per plasmare, rafforzare e migliorare l’Italia: il 90% dei rispondenti crede che gli investimenti nella scienza possano rendere il Paese più forte, l’85% crede che l'economia italiana migliorerà se più persone intraprenderanno carriere in ambito Stem (scienza, tecnologia, ingegneria, matematica) ed il 74% crede che la scienza dovrebbe aiutare a guidare le decisioni politiche. Infine, gli italiani si aspettano che anche le aziende diano il proprio contributo investendo in innovazioni che mitighino gli effetti del cambiamento climatico (56%), collaborando con i governi per sostenere le politiche volte a risolvere le sfide globali (53%) e preparandosi a future pandemie (47%).