Ue, Calderone al Cese: "Più attenzione a domanda e offerta lavoro"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
26
Gio, Mag

Ue, Calderone al Cese: "Più attenzione a domanda e offerta lavoro"

Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Attenzione al mercato del lavoro sul fronte della domanda e dell'offerta, al sostegno della produttività e alla capacità competitiva delle imprese. Queste alcune delle proposte contenute nel parere SOC/699 'Orientamenti per le

politiche degli Stati membri a favore dell'occupazione', su cui ha relazionato la presidente del Consiglio nazionale dell’ordine dei consulenti del lavoro, Marina Calderone, al Comitato economico e sociale europeo (Cese), di cui è componente.  

Il parere, discusso e approvato durante la riunione, è in continuità con quello dell’anno precedente ma, spiega la presidente, "guarda agli effetti della pandemia e alle soluzioni che gli Stati membri dovrebbero adottare per poter accompagnare lavoratori e imprese verso un lavoro di qualità, intesa come sostenibilità dell’attività lavorativa e come qualità della vita". 

Tra le proposte quella di valorizzare il dialogo sociale e la contrattazione collettiva come pilastro importante della resilienza dell’economia europea, ponendo l'accento su misure di welfare sostenibile e incentivi efficaci alle assunzioni, in particolare per le pmi. Nel parere si parla anche di protezioni sociali da assicurare a tutti i lavoratori, professionisti inclusi. 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.