Assiteca si conferma leader italiano nel mercato del brokeraggio - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Sab, Ott

Assiteca si conferma leader italiano nel mercato del brokeraggio

Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

“Il bilancio Assiteca delinea un’importante crescita dei risultati economico-finanziari, con ricavi al +8% (87 milioni di euro), l’Ebitda a +11% (16,8 milioni di euro) e un utile netto con un miglioramento del 22% (6,6 milioni

di euro). Dati che esprimono una strategia da tempo caratterizzata da una gestione che pone grande attenzione all’equilibrio tra costi e ricavi e una forte spinta commerciale, generata sia dalla nostra presenza sul mercato, sia dal contatto continuo con le imprese”. Lo dice, in un’intervista all’Adnkronos/Labitalia, Luciano Lucca, presidente di Assiteca, il più grande gruppo italiano nella gestione dei rischi d’impresa e nel brokeraggio assicurativo quotato alla Borsa italiana. 

“Importante - sottolinea - anche la politica di acquisizione che portiamo avanti da sempre”. 

Alla soglia del 40° anniversario del gruppo “siamo molto ottimisti: Assiteca ormai è riconosciuta come la più grande realtà italiana di brokeraggio assicurativo”, rimarca Lucca, che prosegue: “Un fatto rilevante perché vuol dire che il nostro brand è affermato e che il nostro impegno e le nostre qualità professionali trovano un positivo riscontro sul mercato. La nostra solidità patrimoniale ci permette anche di portare avanti investimenti e, quindi, di continuare a credere nella crescita”. 

“Nell’ultimo periodo sono state diverse le esigenze delle imprese. La crisi pandemica ha dimostrato che il sistema è fragile e che è necessario adottare un approccio alla gestione dei rischi più efficace, con misure di prevenzione e protezione che possano garantire la continuità del business" prosegue il presidente di Assiteca nell'intervista all’Adnkronos/Labitalia. 

“In particolare - spiega - è cresciuta l’attenzione per i rischi informatici, la cosiddetta cybersecurity, e in tutta l’area della compliance, soprattutto in tema di sicurezza e salute sul lavoro. L’emergenza sanitaria ha imposto procedure organizzative adeguate a prevenire e contenere il rischio di diffusione epidemiologica. Le imprese hanno compreso che la sicurezza sul lavoro è un valore importante e assoluto, necessario a garantire il loro sviluppo. Per migliorare ancora il nostro supporto alle aziende clienti - sottolinea il presidente Lucca - intendiamo potenziare il nostro rapporto anche attraverso il digitale, dando un servizio sempre più veloce, evoluto e personalizzato”. 

“Dal punto di vista consulenziale - ricorda - abbiamo ulteriormente ampliato l’offerta per la cyber security, con un servizio di gestione delle emergenze che garantisce un’assistenza specialistica h24 in caso di incidente o attacco informatico, e per il welfare aziendale, con una piattaforma che offre programmi personalizzati di flexible benefit particolarmente economici. Un altro ambito di sviluppo è quello relativo alla gestione dei crediti commerciali: per renderla più semplice e immediata abbiamo sviluppato un software che permette il pieno controllo dei processi che si sta affermando tra la nostra clientela. In questo momento - aggiunge - lavoriamo molto anche sul Superbonus 110%. Le imprese di costruzioni hanno bisogno di un approccio consulenziale e integrato che risponda a tutti i requisiti per poter godere dei vantaggi fiscali previsti”.