Manovra, Agnelli (Confimi): "Sciopero inopportuno e divisivo, da Cisl più sensibilità"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
30
Gio, Giu

Manovra, Agnelli (Confimi): "Sciopero inopportuno e divisivo, da Cisl più sensibilità"

Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"​Si tratta di uno sciopero inopportuno e divisivo considerando che non c'è compattezza neppure tra le maggiori sigle sindacali​. La Cisl ha infatti dimostrato una maggiore sensibilità nei confronti della contingenza

sociale che viviamo". Così, con Adnkronos/Labitalia, il presidente di Confimi Industria Paolo Agnelli sullo sciopero generale contro la manovra economica proclamato da Cgil e Uil per il prossimo 16 dicembre.  

Secondo Agnelli "Scioperare oggi è un atto di irresponsabilità e noi di Confimi Industria siamo contrari. Del resto più che una rimostranza alle associazioni datoriali, è uno sciopero contro il Governo, come a voler cercare un 'testa a testa'. O così o sciopero. Il tutto sulle spalle dei lavoratori e della ripresa", conclude Agnelli.  

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.