In tempo di pandemia contadini digitali studiano orto 'agroecologico' via zoom
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
02
Sab, Lug

In tempo di pandemia contadini digitali studiano orto 'agroecologico' via zoom

Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - In tempi di pandemia e di digitalizzazione, l'arte di coltivare la terra in modo sano e nel rispetto dell'ambiente si impara on line, attraverso Zoom. Protagonista di questa iniziativa è Corinna Raganato, agroecologa di

Castelfranco Veneto (Treviso), agrotecnica laureata e docente di questo percorso formativo on line per orticoltori 'agroecologici'. Di cosa si tratta? L'agroecologia è la scienza che applica i principi dell'ecologia alla produzione di alimenti e alla gestione di agroecosistemi. Coltivare l'orto producendo cibo sano, tutelando l'ambiente e il suolo, favorendo la biodiversità e aumentando la fertilità. Questi i principi su cui è strutturata l’iniziativa formativa rivolta sia a professionisti che hobbisti. Il corso prenderà il via il 3 febbraio. In tutto 5 lezioni da un'ora e mezza ciascuna, il giovedì sera dalle 18.30 alle 20. Si svolgerà attraverso la piattaforma Zoom e si potrà seguire da qualsiasi parte del mondo, attraverso un dispositivo (pc, smartphone o tablet) dotato di connessione internet. 

La prima lezione del 3 febbraio si intitola 'Agroecologia: come possiamo dare il nostro piccolo contributo ecologico al pianeta?'. Giovedì 10 febbraio, invece, il tema sarà 'Conoscere il terreno e renderlo fertile, contrastando il cambiamento climatico'. Nella lezione successiva prevista il 17 febbraio si parlerà de 'Le regole e gli strumenti di base per la conduzione di un orto agroecologico'. Il 3 marzo la lezione tratta de 'Le piante e l'acqua: come, quando e quanto irrigare'. L'ultima lezione è prevista il 10 marzo: 'Quali sono i principali nemici delle colture orticole primaverili ed estive? Prevenire e curare con principi e tecniche naturali'. Non si tratta di una prima volta. Con l'esplosione della pandemia, nei primi mesi del 2020, Corinna aveva deciso di spostare i corsi previsti inizialmente in presenza in modalità on line (in quel caso si era utilizzato Skype). Iniziativa di grande successo, con 70 partecipanti suddivisi in 3 diversi gruppi. Tra loro anche un partecipante dall'Inghilterra (una ragazza che vive lì) e un partecipante da Roma. La replica c’era stata nella primavera 2021: oltre 50 iscritti da tutta Italia e anche dall'estero a un unico corso on line. Si sono collegati su Zoom da Strasburgo, Praga, Berlino e dal Portogallo, oltre che da tutta Italia per seguire il corso sull'orto agroecologico.  

La docente Corinna Raganato, laurea in Scienze ambientali a Cà Foscari di Venezia, ora libera professionista, è agroecologa. Fa parte del direttivo provinciale del collegio degli agrotecnici di Treviso ed è tecnico controllore di agricoltura biologica abilitato dal Mipaaf. Il suo percorso sull'orto agroecologico ha il sostegno dell'associazione frazionale di Salvarosa di Castelfranco Veneto. “Durante la pandemia, le persone hanno capito –- spiega Raganato - che coltivare l'orto nel giardino di casa è un’opportunità: ci si garantisce l'autosufficienza alimentare. Il percorso è rivolto a tutti, sia ad orticoltori esperti che a principianti assoluti dell'orticoltura, con l’obiettivo di fornire conoscenze di base sulle principali tecniche di coltivazione biologiche applicando i principi dell’agroecologia”. 

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.