'Rinascita manageriale', 4 mln per aziende che assumono manager inoccupati
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
26
Gio, Mag

'Rinascita manageriale', 4 mln per aziende che assumono manager inoccupati

Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Si chiama “Rinascita manageriale”, un nome che valorizza e dà gambe alla ripresa di aziende e professionisti, provati dalla crisi seguita alla pandemia, mettendo a disposizione 4 milioni di euro per le aziende

che assumono un manager inoccupato o lo ingaggiano come Temporary manager. A lanciare l'iniziativa è 4.Manager, associazione costituita ida Confindustria e Federmanager con lo scopo di realizzare iniziative di politiche attive, orientamento, formazione e placement a favore dei dirigenti del settore industriale, e da sempre in prima linea per la valorizzazione del patrimonio delle competenze manageriali a beneficio della crescita delle imprese. Il progetto, una vera iniziativa di politica attiva e mai sperimentato in Italia in ambito manageriale a livello nazionale, prevede lo stanziamento di 4 milioni di euro, sotto forma di rimborso spese, a favore delle aziende che assumono un manager inoccupato e lo ingaggiano come Temporary manager in 4 settori considerati strategici: innovazione e digitalizzazione, sostenibilità, organizzazione del lavoro post-Covid ed export. 

"Riteniamo sia un approccio innovativo - commenta Stefano Cuzzilla, presidente di 4.Manager e Federmanager - che ci pone sempre all’avanguardia nella ricerca customizzata di soluzioni a misura dei dirigenti. Grazie a questo percorso, ci proponiamo di promuovere iniziative concrete sul tema innovativo delle politiche attive e ad alto valore aggiunto". L’iniziativa, rivolta da un lato alle imprese che applicano il ccnl dirigenti delle imprese produttrici di beni e servizi e versano il contributo previsto a 4.Manager e dall’altro ai manager inoccupati del comparto industriale, si pone tre diversi obiettivi: intercettare le imprese che vogliono cogliere le opportunità della ripresa e agganciare le risorse del Pnrr, incentivare il reinserimento delle figure manageriali nel sistema produttivo e sostenere le imprese nella realizzazione dei propri interventi di sviluppo.  

“È un segnale importante l’aumento della domanda di figure manageriali che stiamo registrando e in quest’ottica - continua Cuzzilla - diventa fondamentale contribuire concretamente al reperimento e al reinserimento nel mercato del lavoro di figure dirigenziali. L’investimento di 4.Manager si pone l’obiettivo di realizzare iniziative di politiche attive al fine di sostenere la crescita dei manager e delle imprese per garantire la ripartenza e assicurare uno sviluppo sostenibile”. 

Prima della pandemia 7 imprenditori su 10 avvertivano il bisogno di dotarsi di competenze manageriali per lo sviluppo dell’impresa. A un anno di distanza, oltre a non esserci stata la temuta emorragia di figure manageriali, si registra una ripresa della domanda di dirigenti pari a un +50%. I dati elaborati dall’Osservatorio 4.Manager sono confortanti ma registrano anche una difficoltà, per il 48,4% delle aziende italiane, a reperire le competenze manageriali. Per quanto riguarda invece i manager inoccupati, l’Osservatorio stima complessivamente che siano circa 6.000 nel settore manifatturiero, più altri 4.000 nel settore del commercio. Non è solo un problema di avere disponibili le competenze manageriali adeguate alle nuove necessità ma anche quello di mettere in atto strumenti nuovi che consentano di facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Questo progetto ha l’ambizione di rispondere attraverso la bilateralità a entrambe queste esigenze.  

Nello specifico, il progetto prevede lo stanziamento di 4 milioni di euro che saranno destinati alle imprese che ingaggiano un manager inoccupato, sottoforma di rimborso spese per le fasi di assessment delle esigenze aziendali e di ricerca e selezione del personale. In particolare, sono previsti i seguenti rimborsi: fino a un massimo di 30.000 euro, nel caso in cui il manager venga assunto a tempo indeterminato; fino a un massimo di 15.000 euro, nel caso in cui il manager venga assunto a tempo determinato o attraverso un contratto di lavoro senza vincolo di subordinazione. 

Inoltre, 4. Manager supporta le imprese con: percorsi formativi personalizzati gratuiti per il manager; il rimborso della quota contributiva a carico dell’azienda per l’assistenza sanitaria Fasi del dirigente; informazioni per il ricorso a eventuali incentivi pubblici di settore. Rinascita manageriale si aggiunge e completa le iniziative già in corso in materia di outplacement in attuazione del ccnl dirigenti industria, consolidando l’efficace azione di 4.Manager nel sostegno alle imprese e ai manager in tema di politiche attive del lavoro.  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.