Covid, Ismea: "Per agriturismi -34% pernottamenti, calo minore rispetto ad altre forme accoglienza"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
10
Mer, Ago

Covid, Ismea: "Per agriturismi -34% pernottamenti, calo minore rispetto ad altre forme accoglienza"

Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - "Nel corso della pandemia nel 2020 gli agriturismi hanno fatto segnare un passo indietro di 10 anni. C'è stato un calo del 34% dei pernottamenti negli agriturismi, ma questo è stato il minore arretramento tra tutte le

altre forme di accoglienza in Italia. E per gli agriturismi, con la diversificazione, non c'è stato il crollo della redditività grazie all'e-commerce, alle consegne a casa e dei pasti, che hanno permesso ai 25mila agriturismi di restare in piedi". Lo ha detto Fabio Del Bravo, dirigente Ismea per i servizi di sviluppo rurale, presentando il rapporto Ismea-Rrn su agriturismo e multifunzionalità nel corso dell'evento 'Agriturismo e multifunzionalità. Scenari e prospettive future del settore', organizzato da Ismea presso 'Firenze Fiera'.  

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.