Al mercato Wagner nasce Frisart, la frisella come non l’avete mai vista
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
19
Ven, Ago

Al mercato Wagner nasce Frisart, la frisella come non l’avete mai vista

Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - All’interno del rinnovato mercato comunale di piazza Wagner, a Milano, è nato Frisart by Artigiano in Fiera. Si tratta di una caffetteria bistrot fondata da Maria Cristina Nocella, barese d’origine e milanese

d’adozione, che ha messo la frisella al centro dell’offerta di somministrazione. Proprio il tipico tarallo di grano duro viene declinato in una proposta gourmet che spazia dalla variante classica, a base di pomodoro, olio extravergine e origano, a quelle più golose, come l’Avocadessa (salmone, avocado, semi di sesamo, lime, olio aromatizzato alla cipolla e salsa guacamole).  

Le ricette delle friselle si declinano in altre quattro tipologie: la caprese (pomodoro, olio evo puglese, fiordilatte, origano, basilico, sale e pepe), la mortazza (pesto e granella di pistacchi siciliani, stracciatella, mortadella igp, sale, olio evo pugliese e pepe), la Panzanella (pomodoro, filetti di alici calabresi, cipolla arrostita, basilico, olive taggiasche, origano, bagnetto rosso piemontese, olio evo e burrata), la Puntarella (stracciatella, puntarelle, filetti di alici, olio aromatizzato al bergamotto, sale, pepe).  

Tutte le friselle in menù sono disponibili anche in modalità asporto. La frisella in formato mini, invece, è protagonista all’ora dell’aperitivo con la degustazione di sottoli e creme vegetariane provenienti da una selezione di artigiani del network Artigiano in Fiera. Il legame tra Frisart e la fiera più importante dell’artigianato è doppio filo: annesso allo spazio caffetteria trovano casa trenta produttori in uno shop di piccole eccellenze agroalimentari italiane.  

Qualche esempio? I capperi di Pantelleria dell’azienda Kazzen, il succo di bergamotto del Consorzio Motta di Reggio Calabria, le chips e la pasta a base di peperone crusco dalla Basilicata, le fregula integrale dalla Sardegna. E ancora: olii extravergini da Liguria, Puglia, Calabria, il kit per i cannoli fai-da-te dalla Sicilia, i lievitati del maestro napoletano Sal de Riso, le marmellate e le mostarde inedite della Valle d’Aosta. Ce n’è davvero per ogni gusto e per una spesa consapevole e ricercata.  

“Frisart - spiega la founder Maria Cristina Nocella - è un modello che magari un giorno riusciremo a replicare in altri quartieri della città. Il Mercato Comunale Wagner è stata un’opportunità colta in partnership con Artigiano in Fiera che qui già tra il 2020 e il 2021 aveva aperto un temporary shop. E’ un progetto che racchiude tante anime: la passione personale per le eccellenze agroalimentare, le radici ancorate alla Puglia e l’occasione di creare qualcosa di nuovo come un’offerta incentrata sulla frisella, ideale per la pausa pranzo come per l’ora dell’aperitivo”.  

A completare l’offerta, dalla colazione alla merenda, ci sono i macaron (dolci e salati) e le praline del maestro Enrico Rizzi che in Frisart ha trovato una piccola 'succursale' della sua boutique di via Cesare Correnti. 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.