Ex assessore Sanità Sicilia, Russo: "Pandemia ha spazzato via paradigma tra regioni ‘virtuose’ e ‘canaglia’"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Ex assessore Sanità Sicilia, Russo: "Pandemia ha spazzato via paradigma tra regioni ‘virtuose’ e ‘canaglia’"

Video News
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

(Adnkronos) - "Bisogna mettere il Paese in sicurezza perché il virus non se ne e’ andato, abbiamo anzi segno di una recrudescenza e ci vuole una mobilitazione collettiva per tutelare questo bene fondamentale che e’ la sanità pubblica". Lo afferma a Catania il presidente onorario di Innovazione per l'Italia ed ex assessore alla Sanità della Regione Siciliana Massimo Russo. Rispondendo ad una domanda dell’AdnKronos, Russo aggiunge come "la pandemia ha spazzato via quell’odioso paradigma tra le regioni ‘buone’ e quelle ‘cattive’, tra ‘virtuose’ e ‘canaglia’. Dinnanzi al morbo le regioni ‘virtuose’ hanno ceduto e mostrato limiti che sono emersi". 

"La Sicilia - evidenzia infine Russo- deve lavorare come ha fatto nel recente passato assicurando le competenze laddove servono e facendo in modo, e lo dico sommessamente, che il sistema sanitario non diventi il cortile per giochi politici e clientelari in cui si declinano purtroppo gli scambi ed i favori senza guardare all’efficienza e alla competenza". (di Francesco Bianco) 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.