Covid India, ancora più di 4mila morti in 24 ore: corpi buttati nel Gange - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Mer, Giu

Covid India, ancora più di 4mila morti in 24 ore: corpi buttati nel Gange

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Nelle ultime 24 ore in India si sono registrati 311.170 nuovi contagi di covid e più di 4mila morti. Gli ultimi dati arrivano mentre sale il timore per una diffusione del contagio anche nelle aree rurali dove vi sono poche infrastrutture sanitarie. 

La nuova ondata di infezioni che si è diffusa in aprile nelle grandi

città ha portato al collasso gli ospedali. Ma ora vi sono sempre più notizie di persone che si ammalano nei villaggi, con i corpi dei morti che vengono buttati nel Gange o sepolti sulle rive del fiume sacro. 

L'esercito indiano, in collaborazione con le ferrovie, si sta preparando per allestire ospedali da campo nelle zone più vulnerabili, riferisce l'emittente Ndtv. Il 70% degli 1,3 miliardi di abitanti dell'India vive nelle zone rurali. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002