Moro, Maria Fida: "Finalmente equiparato a vittime del terrorismo, grazie a Meloni"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
29
Mer, Mar

Moro, Maria Fida: "Finalmente equiparato a vittime del terrorismo, grazie a Meloni"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - "Onore al merito! Oggi 17 marzo la presidente del Consiglio Giorgia Meloni mi ha comunicato, evviva, che la Camera dei deputati si è mossa fattivamente per l’applicazione della legge 206 del 2004 in favore di Aldo Moro. Legge della quale ho chiesto l’applicazione per quasi vent’anni di seguito ed avevo

alternate text

 

perso la speranza". Ne danno notizia Maria Fida e Luca Moro, rispettivamente figlia e nipote dello statista democristiano ucciso dalle Br.  

"Mio figlio ed io - prosegue Maria Fida Moro - esprimiamo sconfinata gratitudine alla Presidente del Consiglio On. Giorgia Meloni per questo inatteso dono, miracolo di Pasqua il che rassicura Luca sul fatto che suo nonno è finalmente equiparato alle altre vittime e non c’è più una disparità ingiusta a ferirci ulteriormente. Aggiungo per dovere di cronaca ed anche perché mi fa piacere farlo che ci voleva una donna al comando. Dove decine di uomini sono rimasti 'imbambolati' a guardare, una sola giovane donna è andata a meta. Tre volte urrà. I miracoli esistono ma questo miracolo speciale ci ha ricolmati di gioia. A buon rendere Presidente, a buon rendere. Che il Signore la ricolmi di doni e che la felicità la accompagni, insieme ai suoi cari, ogni giorno della sua vita. Gioia 1 Lacrime 0". 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.