L'Italia al voto, alle Europee in gioco il governo
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
17
Lun, Giu
Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

L'Italia al voto, alle Europee in gioco il governo

L'Italia al voto, alle Europee in gioco il governo

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Sfida Lega-M5Ss, nuovo banco di prova per il Pd e Fi

L'Italia al voto, alle Europee in gioco il governo
L'Italia al voto, alle Europee in gioco il governo

 

Italia al voto per l'Europa, ma anche per stabilire le sorti del governo retto da una maggioranza giallo-verde sempre più fragile in campagna elettorale. Sono 51 milioni i cittadini chiamati alle urne, mentre nell'Ue si disputa anche la sfida finale tra europeisti e sovranisti: in gioco tutti i top job europei: dalle poltrone di Parlamento e Commissione a quella della Bce. Si vota anche per le Regionali in Piemonte, con la sfida a Chiamparino della Lega, e in 3.800 Comuni, di cui 27 capoluogo di provincia.

Europee mai così politiche. Grana Mercatone per governo - Sono consultazioni europee ma sembrano elezioni politiche: Il governo Conte rimarrà in carica? La coalizione gialloverde sarà ancora maggioranza nel Paese? La Lega sfonderà o meno quota 30%? La seconda forza politica sarà il Movimento Cinque Stelle o il Pd? E Forza Italia resterà sopra la soglia del 10%? Sono questi infatti i grandi interrogativi che dominano questa concitata vigilia elettorale, giornata in cui irrompe nello scontro politico il fallimento di Mercatone Uno, 55 punti vendita in tutta Italia per 1800 dipendenti a rischio. Uno shock per il governo, tanto che il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, annuncia di aver anticipato a lunedì il tavolo sulla vertenza al ministero. Ma è il suo alleato-antagonista, Matteo Salvini, a bruciarlo sul tempo: "mi impegnerò personalmente incontrando sindacati, lavoratori, fornitori e proprietà, non si possono lasciare dipendenti a casa senza rispettare gli impegni presi", dice sui social il ministro dell'Interno. Pd e sinistra all'attacco chiedono al capo politico dei Cinque Stelle di riferire in Parlamento. Anche Giorgia Meloni (FdI) chiede al governo "un intervento tempestivo".

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-003

Seguici anche su Facebook