Governo Draghi, Zingaretti: "Lega dentro? Noi non arretreremo" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
30
Ven, Lug

Governo Draghi, Zingaretti: "Lega dentro? Noi non arretreremo"

Governo Draghi, Zingaretti: "Lega dentro? Noi non arretreremo"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Noi non arretreremo sull'ancoraggio europeista, sul fisco giusto, sul tema della giustizia". Così il segretario Dem Nicola Zingaretti risponde ai microfoni di Radio anch'io a chi prospetta un governo Draghi che possa comprendere anche la Lega.

Governo Draghi, Zingaretti:
Governo Draghi, Zingaretti: "Lega dentro? Noi non arretreremo"

 

"Noi insieme alla Lega al governo? Lavoreremo a sostegno di un governo sui principi che sto indicando, Draghi dovrà fare la sintesi su contenuti e programmi, e definire il perimetro della maggioranza, ci fidiamo di lui". 

"Noi diremo la nostra, sono urgenti strette chiare - ricorda Zingaretti - : fermare la pandemia, la lotta alle disuguaglianze, un fisco più equo, il tema giustizia. Noi - afferma - siamo per un programma per la riscossa italiana". 

Sul nuovo ruolo di Giuseppe Conte, possibile padre nobile dell'alleanza di centrosinistra, Zingaretti chiarisce che "Conte non è leader del Partito democratico, né intende esserlo, ieri ha rilanciato il suo rapporto con i Cinque Stelle, non vuole disperdere il patrimonio di quella esperienza", spiega riferendosi all'alleanza Pd-M5S-Leu.  

"La forza del Pd è cresciuta - rivendica il segretario - ora rivinciamo quando ci sono le elezioni. Ma abbiamo, oggi, l'11% dei parlamentari. Oggi - ribadisce - noi cresciamo, il partito di Renzi è inchiodato all'1,5-2%".