Governo Draghi, Boschi: "Non possiamo aspettare Rousseau" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Lun, Ott

Governo Draghi, Boschi: "Non possiamo aspettare Rousseau"

Governo Draghi, Boschi: "Non possiamo aspettare Rousseau"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Mi auguro che Draghi possa partire il prima possibile, non possiamo attendere i tempi della piattaforma Rousseau. Mi auguro che il M5s possa esprimere il proprio consenso in tempi rapidi".

alternate text

 

Lo ha detto Maria Elena Boschi a Tgcom 24. "Noi non abbiamo mai risparmiato critiche a Rousseau, noi di Italia viva non facciamo questo tipo di consultazioni perché abbiamo rispetto per le regole democratiche diverso", ha aggiunto.  

"Noi siamo perfettamente in linea con Draghi, visto che non abbiamo mai chiesto la flat tax o la patrimoniale. Però dobbiamo fare una riforma fiscale per abbassare le tasse e rendere più semplice il sistema", ha affermato inoltre Boschi sottolineando: "Il nome di Draghi l'ha fatto Mattarella. Credo fosse nella mente di tanti italiani, pensare a Draghi penso fosse naturale per tanti. Noi pensiamo a lui come profilo tecnico però è un uomo delle istituzioni, ha una sensibilità politica molto forte. Nel suo discorso al Meeting di Rimini c'era molta visione politica". 

"Abbiamo sempre detto che non era per noi imprescindibile, che o si prendevano i soldi del Mes o non c'era l'appoggio di Italia viva. Abbiamo sempre detto che servivano più sodi alla Sanita e il Mes era un modo per ottenerli. Se si possono ottenere più soldi per la Sanita con un tasso migliore del Mes è chiaro che non siamo innamorati dei soldi del Mes. In quella fase, prima di Draghi, era lo strumento più conveniente", ha detto ancora.