M5S, dal Joker all'astronauta: i mille volti dell'istrionico Grillo - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
17
Dom, Ott

M5S, dal Joker all'astronauta: i mille volti dell'istrionico Grillo

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

E' arrivato a Roma versione astronauta, un grosso casco bianco con la visiera anti-Covid calata sul volto tirato. La foto è rimbalzata sui siti, ennesima provocazione dell'istrionico Beppe Grillo, da sempre sul piede di guerra con cronisti, cameramen e fotografi, i 'dead men walk' dell'informazione li ha sempre definiti sprezzante negli anni che hanno segnato l'ascesa e l'affermazione del M5S nel panorama politico italiano.

Astronauta ma non solo. I travestimenti del garante pentastellato hanno accompagnato, uno a uno, gli anni del Movimento.  

Chi non ricorda il Grillo travestito da Grillo? Con la sua stessa maschera a celare il volto, usata per il pubblico anche in uno dei suoi show, quello in cui invitava i parlamentari grillini ha mandare giù dei grilli liofilizzati, in una sorta di 'comunione' tacciata dai più critici di blasfemia. E poi il Grillo Joker, 'animatore' dell'ultima Italia 5 Stelle a Napoli, il volto truccato dal cattivo di Batman, mentre dal maxi schermo dell'Arena Flegrea ridacchiava: 'io sono il caos...'. 

In uno dei suoi blitz romani, il garante del Movimento girava con indosso due maschere, una da tigre e l'altra da lupo -accompagnato a braccio dai suoi fedelissimi, in slalom tra curiosi- sotto le quali era impossibile farsi vedere e, soprattutto, rispondere alle domande dei cronisti. L'indomani esce dall'hotel Forum, dove è solito alloggiare nelle sue capatine romane, versione gorilla, guai ad avvicinarlo. 

E come dimenticare la giacca piumino 'AI – Riders on The Storm', di cui Grillo finì per diventare una sorta di testimonial? Consentiva di chiudere il cappuccio integralmente, grazie a due inserti con lenti integrate per guardare fuori ma senza farsi vedere. Un piumino blu notte più volte indossato dal custode di Villa Corallina, a Marina di Bibbona, per ingannare fotografi, cameramen e curiosi, inducendoli a seguire l'uomo sbagliato.  

Anche la mascherina per proteggersi dal Covid è diventata per Grillo oggetto per far parlare di sé. A una recente cerimonia ai Monopoli di Stato il fondatore del M5S si è presentato, a sorpresa, indossandone una che ritraeva la sua bocca sorridente e la barbetta tutt'intorno, a mo' di camuffamento.