Covid, Draghi: "Mai così consapevoli importanza salute e ricerca" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
17
Dom, Ott

Covid, Draghi: "Mai così consapevoli importanza salute e ricerca"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Mai come ora ci siamo resi conto di quanto sia importante per ciascuno di noi e per la nostra società la salute, e di quanto lo sia la ricerca che la garantisce. Con uno sforzo di condivisione e una velocità senza precedenti, la ricerca scientifica e clinica ci hanno indicato la strada per uscire dalla pandemia". Così Mario Draghi, intervenendo con un videomessaggio alla cerimonia di premiazione dei 133 ricercatori sostenuti dalla Fondazione Umberto Veronesi. 

"Dietro alle scoperte e i progressi scientifici - prosegue il premier, ricordando il "grande medico ed amico Umberto, la cui memoria è sempre vicina al mio cuore"- ci sono il lavoro e lo studio di tanti, a partire dai giovani ricercatori: a loro va il mio incoraggiamento e la mia stima. Il loro impegno è essenziale per garantire il progresso della medicina e della cura, non solo per il Covid-19. Alle fondazioni e agli enti che finanziano la ricerca indipendente va la mia gratitudine: senza il loro sostegno molti giovani dovrebbero rinunciare alle loro aspirazioni".