Boldrini: "Nel 2017 mi augurò male incurabile, direttore Gazzetta Lucca condannato" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
30
Ven, Lug

Boldrini: "Nel 2017 mi augurò male incurabile, direttore Gazzetta Lucca condannato"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Nel luglio del 2017, sulla testata da lui guidata, il direttore della 'Gazzetta di Lucca' scriveva un editoriale in cui invitava alla preghiera affinché 'prima o poi - meglio prima che poi - Laura Boldrini venga colpita da un male incurabile'.

alternate text

 

Nello stesso articolo, mi addebitava, in modo falso e strumentale, la presunta invasione di migranti nel Paese e dunque l’essere una minaccia per 'la nostra identità nazionale, culturale, storica, religiosa, financo sessuale'. Un anno dopo, il direttore è stato sospeso per tre mesi dall’Ordine dei giornalisti per aver contravvenuto alle norme sulla deontologia professionale. Oggi arriva la sentenza di condanna a seguito della mia querela per diffamazione". Lo scrive su Facebook l'ex presidente della Camera, Laura Boldrini. 

"È per il senso di giustizia -aggiunge- che ho voluto denunciare. E non solo per me, ma per tutte e tutti coloro che sono bersaglio di odio nel dibattito pubblico o in Rete. Continuerò il mio impegno contro l’hate speech perché nel nostro ordinamento la libertà di espressione ha un limite imprescindibile e invalicabile: il rispetto della dignità delle persone”.