Di Battista: "Ho idee contrarie al M5S" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
01
Dom, Ago

Di Battista: "Ho idee contrarie al M5S"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Il Movimento per un periodo è stata una forza politica molto compatta poi sono sorti alcuni dissidi, non personali ma di idee. Io al momento ho idee profondamente contrarie a quelle del Movimento". Così l'ex deputato pentastellato Alessandro Di Battista, oggi intervistato da Sky Tg24. 

alternate text

 

"Se tre anni fa ci avessero detto che saremmo stati al governo con Berlusconi...", continua Di Battista, che aggiunge: "Lo chiamano governo di responsabilità ma è un maquillage per nascondere una decisione scellerata fatta da M5S. Non dovevamo stare al governo con nessuno e ora ci stanno con tutti sostenendo un governo conservatore" che " si circonda di iperliberisti". 

E ancora: "Opposizione al governo Draghi? No, non c'è. in nessun altro Paese stanno tutti al governo insieme e il dramma dell'Italia è che la forza di opposizione ovvero Fdi di Giorgia Meloni che è scaltra a differenza di Salvini, fa un'opposizione di facciata perché non può attaccare gli alleati che stanno al governo. Oggi gli unici a fare opposizione sono gli ex-M5S".  

Per Di Battista "Giuseppe Conte sa perfettamente che io non mi convinco né con le poltrone né con le candidature. Non mi importa niente di questo. Mi si convince solo con una linea politica certa, chiara, con proposte intransigenti. Glielo detto quando ci siamo visti. Ci siamo conosciuti recentemente ma abbiamo un rapporto leale". E "con Di Maio siamo stati amici fraterni, ma forse mai come adesso c'è una grande differenza di vedute e opinioni". 

"Conte - continua - dice che il M5S sarà autonomo? E' il minimo sindacale... Ieri ho letto un editoriale di Travaglio e sono d'accordo con lui quando si dice che i 5 Stelle non parlando di temi. Soltanto Virginia Raggi lo ha fatto, ha presentato un programma e infatti è la più attaccata dal Pd e M5S dovrebbe difenderla molto di più".  

"E' inconcepibile che Zingaretti e Gualtieri la attacchino quotidianamente, Zingaretti la attacca sui rifiuti sapendo benissimo che responsabilità sono sue... M5S lo dovrebbe dire anche se pregiudica l'idillio con il Pd. Anche per queste ragioni ho abbandonato il Movimento".