"Riportiamo Craxi in Italia", la richiesta a Salvini al gazebo - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
30
Ven, Lug

"Riportiamo Craxi in Italia", la richiesta a Salvini al gazebo

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Riportiamo anche Craxi in Italia, se posso permettermi, perché è stato un galantuomo e per me deve ritornare in Italia, sono contento di dirglielo di persona". Fuori programma per il segretario della Lega, Matteo Salvini, al gazebo di Lido di Camaiore per la raccolta delle firme per i referendum sulla giustizia. Mentre il leader del Carroccio stava svolgendo il suo intervento, uno dei presenti, con toni pacati, lo ha interrotto per rivolgergli questa richiesta.  

"Riportiamo Craxi in Italia", la richiesta a Salvini al gazebo

 

Salvini è rimasto imperturbabile e in silenzio per qualche secondo, poi ha ripreso il suo breve comizio ignorando la questione e continuando a parlare della raccolta delle firme per il referendum: "E ci sono tanti, Liberali, Socialisti, Radicali, Forza Italia, che stanno dando una mano, avvocati, imprenditori, anche magistrati". "Dobbiamo riportarlo in Italia, al di là dei partiti", ha insistito l'interlocutore, mentre il segretario della Lega aveva ripreso a parlare.