M5S, Casaleggio: "Fatica a trovare candidati, telefonate ad amici e parenti" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
22
Mer, Set

M5S, Casaleggio: "Fatica a trovare candidati, telefonate ad amici e parenti"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Davide Casaleggio spara a zero contro il M5S. "Si è passati da un Movimento iper democratico a un partito iper verticistico, dove un nominato nomina altri nominati. Questo sta portando a magri risultati", afferma in un'intervista al Tg4, dove spiega: "Per quanto riguarda la strategia del M5S oggi nei Comuni, credo stia patendo il cambio

di metodo: si è passato da un metodo in cui le candidature erano un mezzo per portare a termine un programma e oggi invece sono un fine, per piazzare qualche persona o fare un favore a qualcun altro... In alcuni casi per supportare un candidato sindaco terzo come a Milano con Sala, in altri per restituire un favore come ad esempio a Mastella non presentandosi a Benevento". 

"Non è un caso si stia facendo fatica a trovare persone per le liste. La scorsa volta con il M5S candidammo 7mila persone e vincemmo anche Roma e Torino. Oggi con il modello partito 2050 si fanno le telefonate per chiedere disponibilità tra amici e parenti", ha aggiunto il presidente di Rousseau. 

"Di Battista saprà scegliere in modo adeguato, dovete chiedere a lui. Ha idee molto nette e poco democristiane, questo mi dà un'idea di cosa farà in futuro", dice ancor Casaleggio che poi aggiunge: "Io in politica? Ho sempre fatto politica a modo mio fuori dalle istituzioni, creando strumenti di partecipazione digitale".