Salvini: "Ringrazio Durigon, ha dato dimostrazione di amore per l'Italia" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
18
Sab, Set

Salvini: "Ringrazio Durigon, ha dato dimostrazione di amore per l'Italia"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Solite polemiche della sinistra, ringrazio Claudio che ha messo a disposizione il suo incarico e la sua professionalità per evitare un altro mese di polemiche sul passato, noi pensiamo al futuro". Lo ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini a Pinzolo, rispondendo a una domanda sulle dimissioni del sottosegretario

Durigon. 

"Fascismo e comunismo non tornano, io sono più preoccupato - ha aggiunto - degli sbarchi, di chi vuole tornare alla legge Fornero, di chi vuole la tassa patrimoniale o la tassa di successione. Quindi ringrazio Claudio che ha dato dimostrazione di amore per l'Italia e la Lega che altri di altri partiti non danno". 

Sull'Afghanistan Salvini ha parlato di "una ritirata vigliacca e disordinata che lascia spazio ai terroristi islamici. Mi preoccupa che anche in Italia ci siano politici nel Pd e nei 5 Stelle che parlano di dialogo coi terroristi islamici. Con un certo tipo di islam non si dialoga" ha scandito. 

"Spero che l'Italia torni ad essere protagonista, le porte dell'Italia sono aperte per donne, bimbi e ragazzi che scappano da quella guerra, ma non possiamo permetterci, a maggior ragione, migliaia di sbarchi di persone che non scappano da nessuna guerra. Se c'è un ministro dell'Interno -ha aggiunto il segretario leghista - faccia il ministro dell'Interno e difenda i confini e la sicurezza del nostro Paese". 

Quanto al centrodestra, Salvini ha messo in chiaro: "Governiamo bene insieme 14 regioni, migliaia di comuni, governeremo dal 2023, chi vuole dividere il centrodestra sbaglia". E a una domanda sui rapporti difficili tra Fratelli d'Italia e il resto del centrodestra in Trentino, il leader della Lega ha risposto: "Chi vota contro le proposte dei sindaci e dei governatori di centrodestra fa un favore alla sinistra". Salvini è tornato sulla federazione Lega-Forza Italia: "Il centrodestra unito vince, vince nei comuni, nelle regioni in Italia e in Europa, è nei fatti. Mentre Pd e 5S litigano ogni giorno, trovano polemiche ogni giorno, si occupano di ius soli, di legge elettorale, ddl Zan, noi ci occupiamo di taglio delle tasse, riforma giustizia, scuola". 

Poi l'emergenza coronavirus e la scuola. "Ovunque io vada, insegnanti e genitori mi dicono: fate tornare a scuola in presenza tutti i nostri ragazzi. Chiedo quindi a gran voce, visto che ci sono virologi che parlano di tutto e il contrario di tutto dalla mattina alla sera, il sì all'utilizzo di test rapidi salivari gratuiti, per permettere a tutti i nostri ragazzi di tornare a scuola a settembre" ha detto il leader della Lega.