Riforma catasto, Salvini: "Per chi ha casa è una fregatura" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
27
Mer, Ott

Riforma catasto, Salvini: "Per chi ha casa è una fregatura"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

No alla riforma del catasto. Il leader della Lega Matteo Salvini, intervistato da 'Fuori dal Coro' su Retequattro la definisce "per chi ha una casa una fregatura". "La casa degli italiani, il negozio degli italiani, il capannone, l'azienda agricola degli italiani, è stata tassata, supertassata e ipertassata. Il Pd voleva la tassa

patrimoniale e noi diciamo no, voleva la tassa di successione per chi lascia muore e in tempo di Covid mi sembra di pessimo gusto, per chi lascia qualcosa ai figli, noi diciamo no".  

Quanto al rincaro delle bollette, "la settimana scorsa, dopo insistenza dei nostri sindaci, dei nostri governatori, dei nostri parlamentari, in Cdm sono saltati fuori tre miliardi di euro per tagliare una parte di tasse sulla luce, sul gas, a circa 6 milioni di piccole imprese, commercianti, artigiani e 3 milioni di famiglie. Siamo a metà dell’opera grazie alla nostra testa dura e speriamo di arrivare alla fine dell’opera".