Ballottaggio Roma, Calenda: "Con aria mesta ma ho fatto mio dovere" - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
28
Dom, Nov

Ballottaggio Roma, Calenda: "Con aria mesta ma ho fatto mio dovere"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Con aria mesta ma ho fatto il mio dovere". E' il tweet di Carlo Calenda, immortalato mentre inserisce la scheda nell'urna per il ballottaggio di Roma. A un follower che gli scrive 'Sai benissimo che Gualtieri sarà in ottimo sindaco. Soprattutto potevi invitare i tuoi elettori a votarlo, non avresti certamente tradito le tue idee',

replica: "Trovate davvero ogni stupido pretesto per criticare. Nonostante le accuse di essere 'il candidato della Lega' e altre amenità ho espresso il mio voto in modo trasparente. E voi continuate con le critiche. Siete piuttosto vergognosi".