Quirinale, Renzi: "Candidatura Berlusconi ha fatto passo indietro"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Dom, Gen

Quirinale, Renzi: "Candidatura Berlusconi ha fatto passo indietro"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Oggi alla riunione del centrodestra" sul Quirinale "c'è stata una indicazione di Berlusconi a metà, perché deve verificare i numeri. E' un passo indietro per loro nella candidatura di Berlusconi, che oggi ha fatto un passo indietro". Matteo Renzi, leader di Italia Viva, alla riunione dei grandi elettori del partito si

esprime così sulla posizione del Centrodestra e sulla candidatura di Silvio Berlusconi in vista dell'elezione del presidente della Repubblica. 

"Il mio messaggio è per Salvini e Meloni, loro rischiano la sindrome di Bersani. I numeri ce li hanno loro, se sono capaci portano a casa il risultato. Se no, vengono colpiti dalla sindrome di Bersani", aggiunge. 

"Nel 2015 avevamo 420 voti, oggi il centrodestra ne ha 460. Se loro sono capaci, costruiscono la maggioranza. Se no vanno a sbattere, ed è la prima partita di Champions. Non è più di precampionato o coppa Italia. Lì si vede chi è capace e chi no", prosegue. 

"Se il centrodestra propone un candidato che fa l'interesse dell'Italia e degli italiani, se è autorevole, credibile e adatto siamo pronti a votarlo. Bisogna vedere chi è, qual è. Ma il centrodestra dovrà presentare un nome diverso da Berlusconi. Sarà in grado? Vedremo", osserva 

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.